×

Fiammetta, la bambina che studia in Dad mentre è al pascolo col padre

Fiammetta ha 10 anni ed è residente in Trentino. Da quando la sua scuola è in Dad, frequenta le lezioni da un pascolo della val di Sole.

Fiammetta in Dad al pascolo col padre

Sta aumentando sempre di più il numero di scuole dove è attiva la didattica a distanza (Dad). Ciò, sta facendo sì che molte famiglie debbano trovare modi alternativi per riuscire a gestire le nuove modalità d’insegnamento. Delle volte, questo può portare a situazioni a dir poco particolari.

È  il caso di Fiammetta, una bambina di 10 anni residente in Trentino.

Fiammetta, studia in Dad mentre è al pascolo col padre

Fiammetta frequenta la quarta elementare presso l’istituto primario di Mezzolombardo, in provincia di Trento. Da quando la sua scuola ha attivato la Dad, passa la sua mattinata con il padre Massimiliano. Quest’ultimo lavora come pastore. La ragazzina, quindi, ora segue le lezioni mentre sta al pascolo con il genitore e gli animali.

Fiammetta è molto brava a scuola e l’ambiente montano le insegna l’importanza di adattarsi”, ha dichiarato Massimiliano. “I problemi logistici li risolviamo grazie all’hotspot del telefonino. Per fortuna la connessione è buona in val di Sole“.

Ha poi aggiunto:”Riesce a studiare con le maestre tramite il monitor del computer. E, quando serve, mi aiuta con gli animali. In fondo, sono due strumenti di apprendimento molto diversi tra loro ma entrambi molto utili per la crescita di una bambina“. 

Massimiliano ha lavorato per anni come operaio edile.

Tre anni fa, tuttavia, ha cominciato ad allevare animali, una passione che ha ereditato dai nonni. Al momento possiede 350 capre di diverse specie, tra sarde, autocnone, mochene e passirie. Durante il periodo invernale il suo gregge sta in due masi nei pressi della Rocca medievale di Samoclevo (Trento). In estate, invece, pascola nell’area della valle di Sole. Nel suo allevamento, Massimiliano produce diversi tipi di ricotte e formaggi.

La particolare situazione che Fiammetta sta vivendo è nata dal fatto che entrambi i genitori lavorano. La madre, però, è operatrice sociosanitaria. Di conseguenza, non ha possibilità di tenerla con sé. La soluzione più naturale è stata, dunque, quella di Massimiliano.

Comunque, questo diverso modo di frequentare la scuola non sembra pesare alla bambina. Ha, infatti, raccontato con toni entusiasti la sua nuova routine: “Al mattino mettiamo il computer su un tavolino in piano e poi ho anche una sedia. Accendiamo il computer così posso entrare subito in video lezione, preparo i quaderni e ci metto anche un sassolino altrimenti il vento mi gira le pagine. È bello, mi dà ispirazione per scrivere e mi rende più felice e anche interessata”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora