×

L’omaggio di Banksy alle infermiere, le nuove supereroine

Condividi su Facebook

Un bambino gioca con un supereroe con camice e mascherina: "Game Changer" è l'ultima opera di Banksy, omaggio alle infermiere.

L'omaggio di Banksy alle infermiere, le nuove supereroine
L'omaggio di Banksy alle infermiere, le nuove supereroine

Banksy rende omaggio alle infermiere impegnate nella lotta al coronavirus con una nuova opera. L’ultimo lavoro dello street artist più famoso del mondo è esposta al General Hospital di Southampton, negli USA e si intitola “Game Changer”. Nell’opera un bambino gioca con un supereroe dalle fattezze di un’infermiera, chiara elevazione di Bansky di questa figura professionale e salvatrice del mondo.

L’ultimo omaggio di Banksy alle infermiere

Banksy è uno dei più famosi e misteriosi street artist del mondo. La sua identità è sconosciuta, a differenza delle sue opere che hanno fatto il giro del mondo. L’ultimo suo lavoro si intitola “Game changer” e rappresenta un bambino che gioca con un supereroe. Ma non uno qualunque. Il bambino infatti, in una cesta di altri giocattoli come Batman e Spiderman, preferisce una nuova eroina, con mascherina e camice.

L’infermiera indossa un mantello e con il braccio alzato ricorda Superman.

Visualizza questo post su Instagram

. . Game Changer

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data: 6 Mag 2020 alle ore 9:50 PDT

L’opera è in bianco e nero, fatta eccezione per la croce rossa sul camice. Banksy ha donato l’opera al General Hospital di Southampton, negli USA, il 6 maggio, nella giornata nazionale delle infermiere.

Il quadro sarà esposto fino all’autunno e poi verrà venduto in beneficenza. “Grazie per tutto quello che fate. Spero illumini un po’ il posto, sebbene sia solo in bianco e nero”, è il messaggio lasciato dall’artista in ospedale.

Le opere di Bansky si sono sempre distinte per l’impegno sociale e politico, come il murales realizzato a Dover, misteriosamente scomparso, in cui rappresenta visivamente l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea.

Nata in provincia di Monza, classe 1994, laureata in Editoria, Culture della Comunicazione e della Moda presso l'Università Statale di Milano. Precedentemente direttore di Vulcano Statale e collaboratore di Teatro.it. Adesso collabora con Notizie.it


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
sporcamp, maullixio, e giacy e minacce in xona ora
7 Maggio 2020 12:59

simuli….


Contatti:
Sheila Khan

Nata in provincia di Monza, classe 1994, laureata in Editoria, Culture della Comunicazione e della Moda presso l'Università Statale di Milano. Precedentemente direttore di Vulcano Statale e collaboratore di Teatro.it. Adesso collabora con Notizie.it

Leggi anche

Contents.media