> > Dichiarazioni sulla Seconda Guerra Mondiale, Calenda attacca Conte

Dichiarazioni sulla Seconda Guerra Mondiale, Calenda attacca Conte

Carlo Calenda

Dopo le sua dichiarazioni sulla Seconda Guerra Mondiale e sul suo esito finale, Calenda attacca Conte che aveva affrontato il tema su La Stampa

Dichiarazioni sulla Seconda Guerra Mondiale e sulle modalità nucleari della sua conclusione nel 1945, Carlo Calenda attacca Giuseppe Conte.

Il leader di Azione lo ha fatto su Twitter e lo ha fatto liquidando come “ignorante” la risposta di Conte ad una domanda su Vladimir Putin. Dove era stata fatta quella domanda a Conte? 

Guerra Mondiale, Calenda attacca Conte

Era la parte in chiosa di una recentissima intervista su La Stampa del leader pentastellato avente ad argomento la pace in Ucraina e gli elementi che ad essa si frappongono. Calenda ha preso un tweet sulla faccenda ed ha commentato: “Credo sia solo becera ignoranza.

Una caratteristica dei qualunquisti“. Ovviamente l’attacco a Giuseppe Conte non è solo innescato dal caso di specie i due sono notoriamente agli antipodi

Cosa aveva detto il leader M5s a La Stampa

Le danze le aveva aperte Luca Spfri, che spiegava in un suo tweer come “Conte, intervistato sulla Stampa, con comprensibile tremore” sembri “suggerire che sarebbe stato meglio trattare che concludere militarmente la Seconda guerra mondiale”. Ma cosa aveva detto il leader del Movimento Cinque Stelle nella sua intervista a La Stampa? In chiosa aveva spiegato rispondendo ad una domanda sul fatto che “magari nessuno crede che si possa trattare con Vladimir Putin“: “Tremo pensando che la Seconda Guerra Mondiale, il conflitto più violento dei nostri tempi, non si è chiusa con un tavolo di trattative ma con due bombe atomiche“.