×

Draghi frena le richieste dei governatori: “Nessuna stretta per i non vaccinati”

Lockdown per i non vaccinati: Draghi smentisce qualsiasi stretta esclusiva e i governatori delle Regioni si dividono

no misure non vaccinati

Draghi mette a tacere qualsiasi voce in merito a possibili lockdown mirati: «Non è allo studio nessuna stretta sul modello austriaco per i non vaccinati».

Draghi, no alla stretta sui non vaccinati

In queste settimane molti presidenti di Regione hanno fatto pressioni all’esecutivo per muoversi verso misure ancor più strette verso coloro che hanno deciso di non vaccinarsi.

Alcuni hanno proposto un modello di lockdown simile a quello recentemente entrato in vigore in Austria, ma il governo Draghi ha sempre rigettato l’opzione al mittente.

Per ora, quindi, niente allarmismo: una nuova valutazione su possibili nuove misure anti-contagio è prevista per dicembre, così da potre limitare il propagarsi del virus durante le festività.

Stretta sui non vaccinati: chi è d’accordo

Come anticipato, il chiarimento del premier Draghi è stato necessario perché le Regioni che chiedevano misure più rigide per tutti coloro che hanno deciso di non vaccinarsi sono state diverse: Liguria, Friuli-Venezia Giulia, Calabria e anche la Lombardia.

A supporto dei governatori si è schierato il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, che ha speso parole molto chiare:

«Siamo all’inizio della quarta ondata. Da mesi diciamo che bisogna conviverci. L’unico modo per conviverci, piaccia o non piaccia, è il vaccino. Bisogna, dunque, accelerare sulla terza dose. E bisogna dire che le restrizioni devono essere come in Austria: sei vaccinato? Ti muovi liberamente. Non sei vaccinato? Vai in lockdown».

Stretta sui non vaccinati: chi è contrario

Tra coloro che si sono schierati dalla parte più comprensiva insieme a Mario Draghi c’è l’ex premier ed attuale leader del M5s, Giuseppe Conte, che ha detto di poter considerare l’ipotesi di un lockdown mirato solo in casi estremi.

Anche il primo leghista, Matteo Salvini, propende per la linea attuale e chiede di tranquillizzare gli italiani:

«Io mi rifiuto di pensare a nuovi lockdown. La media europea dei vaccinati è il 66 per cento, l’Italia è al 77: davanti a noi solo Spagna e Portogallo. Io sono disponibile a riflettere di tutto, con tutti. […] La gente per spendere ha bisogno di fiducia. Non possiamo continuare a terrorizzare il Paese, restituiamo un po’ di speranza. Smettiamo di terrorizzare gli italiani».

Contents.media
Ultima ora