> > È morta Irene Cara: fu la cantante di What a feeling, la canzone di Flashdance

È morta Irene Cara: fu la cantante di What a feeling, la canzone di Flashdance

Morta Irene Cara

Grazie a "Fame" e "Flashdance", Irene Cara salì nell'Olimpo della musica mondiale. La cantante classe 1959 è morta a 63 anni.

All’inizio degli anni ’80 grazie a pellicole quali “Fame – Saranno Famosi” e “Flashdance”, divenne una vera e propria icona della musica internazionale.

L’attrice e cantante Irene Cara è morta a 63 anni nella notte di venerdì 25 novembre.

Morta Irene Cara: addio ad un’altra icona degli anni ’80

L’annuncio è stato sul canale Twitter della cantante dall’agente Judith A.

Moose che ha dato la conferma della sua scomparsa anche a Eyewitness News: “Questa è la parte peggiore dell’essere una pubblicista. Non riesco a credere di doverlo scrivere. Lasciatemi dare da sola la notizia. Per favore, condividete i vostri pensieri e le memorie su Irene. Li leggerò ad uno ad uno. Io so che lei sorriderà dal paradiso. Adorava i suoi fans”.

Chi era Irene Cara

Nata nel Bronx il 18 marzo del 1959, Irene Cara aveva origini cubane, portoricane e non ultimo africane. Esordisce nel mondo dello spettacolo giovanissima: già nel 1979 la vediamo nella serie tv cult “Radici – Le nuove generazioni”. La notorietà al grande pubblico arriverà però l’anno successivo con “Fame” (Saranno Famosi) dove vestirà i panni di Coco Hernandez.

Sua è la canzone tema del film che porta il titolo omonimo. Dallo stesso film verrà tratto anche il brano “Out Here On My Own”, brano che diverrà però famosissimo nel 1981 grazie alla piccola Nikka Costa che si esibirà con il padre in quell’anno alla finale del Festivalbar all’Arena di Verona.

L’apice della carriera verrà raggiunto da Irene Cara nel 1983 con il film “Flashdance”. Il brano”Flashdance…what a Feeling” è stato scritto in collaborazione con il grande Giorgio Moroder e la pellicola sarà un trampolino di lancio per Jennifer Beals, altra icona del cinema anni ’80.

Il declino e gli ultimi anni

L’ultima canzone ad entrare nella top ten americana sarà “Breakdance” del 1984 che si piazzerà all’ottavo posto.

Da lì inizierà un lento e progressivo declino. Nella seconda metà degli anni ’80 reciterà in pellicole flop come “Per piacere… non salvarmi più la vita”, mentre è del 1987 l’ultimo album registrato in studio. “Carasmatic” si rivelerà un insuccesso sia di vendite che di impatto tra il pubblico, tanto non arriverà nemmeno nella Billboard 200. Continuerà comunque a recitare, prestando la sua voce anche come doppiatrice, ma i fasti dei primi anni ’80 sono ormai lontani. Negli ultimi anni si è dedicata principalmente alla musica dal vivo sia come solista che con il gruppo “Hot Caramel” con il quale ha inciso nel 2011 l’album “Irene Cara Presents Hot Caramel”. Sempre nei primi anni 2000 ha preso parte a due reality show musicali ossia “Hit Me, Baby, One More Time” nel 2005 per la Nbc e “Gone Country” del 2008. Non sono note le cause del suo decesso. Dal 1986 al 1991 è stata sposata al regista Conrad Palmisano.