×

Coronavirus: Gian Luca Rana e le iniziative per i bisognosi


Gianluca Rana e il Pastificio Rana si sono messi in moto per sostenere la comunità a fronte dell'emergenza Coronavirus con una donazione di oltre 30.000 chili di pasta e sughi.


Gian Luca Rana
Gian Luca Rana

Coronavirus, le iniziative di Gian Luca Rana e del Pastificio Rana per i bisognosi

L’eccellenza italiana legata al Made in Italy si è messa in moto per sostenere la comunità, con l’esempio fornito da Gianluca Rana, amministratore delegato del Pastificio Rana.

Erede dell’azienda di famiglia, in grado di creare un business internazionale puntando su innovazione, qualità dei prodotti e valore umano, il CEO dell’impresa leader nel settore della pasta fresca ha deciso di impegnarsi in maniera attiva durante la crisi sanitaria di Covid-19.

Gian Luca Rana ha infatti messo in atto diverse iniziative benefiche in questi mesi, offrendo assistenza ai suoi dipendenti, ai più bisognosi e agli ospedali del Veneto.

Nel dettaglio, il sostegno alle fasce di popolazione più in difficoltà è stato disposto fino ad oggi con la donazione di oltre 30.000 chili di pasta e sughi, alimenti che sono stati consegnati ad associazioni di volontariato, alle sedi territoriali della Protezione Civile e alle Onlus impegnate nel contrasto alla povertà.

La fornitura è stata distribuita su tutto il territorio nazionale per aiutare numerose regioni italiane, vale a dire Basilicata, Campania, Puglia, Lazio, Toscana, Marche, Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia e Veneto. Con questo intervento sono stati forniti prodotti di qualità e pasti alle persone più vulnerabili, un’azione che ha permesso di sostenere chi è stato più colpito dagli effetti della pandemia e della recessione economica.

L’intervento immediato di Gian Luca Rana per gli ospedali

Oltre all’aiuto verso i più bisognosi, Gian Luca Rana si è attivato nelle prime settimane di diffusione del virus per aiutare le strutture sanitarie del Veneto. Il CEO dell’azienda, che da sempre è profondamente radicata nella comunità, ha messo a disposizione 400.000 euro per gli ospedali per l’acquisto di macchinari per la ventilazione assistita.

Questa donazione ha consentito di raddoppiare il numero di dispositivi in dotazione alle terapie intensive degli ospedali Pederzoli di Peschiera del Garda e Sacro Cuore Don Calabria di Negrar. Si tratta di apparecchiature essenziali, con le quale medici e infermieri specializzati possono garantire l’apporto di ossigeno alle persone in deficit respiratorio.

Con tale contributo, ulteriore testimonianza della forte responsabilità civile di Gian Luca Rana e del Pastificio Rana, è stata espressa riconoscenza e gratitudine nei confronti di tutto il personale sanitario che con estrema professionalità e dedizione sta affrontando questo drammatico momento.

Questo stesso spirito è al centro della filosofia dell’azienda, che ha saputo negli anni costruire un business internazionale di successo, senza dimenticare l’importanza del valore umano e della passione per il proprio lavoro.

Gian Luca Rana: un ringraziamento per i dipendenti del Pastificio Rana

La vita di Gianluca Rana è stata costellata da grandi avvenimenti, dall’entrata in azienda ad appena 21 anni alla scommessa vinta sulla realizzazione del Centro Ricerca & Sviluppo, puntando sull’innovazione tecnologica dei processi produttivi e l’ampliamento degli stabilimenti negli Stati Uniti.

Allo stesso tempo, l’amministratore delegato ha continuato a tutelare e valorizzare il capitale umano dei suoi 700 dipendenti, nel rispetto delle tradizioni imprenditoriali iniziate con il padre Giovanni Rana.

Per questo motivo, Gian Luca Rana ha destinato 2 milioni di euro ad iniziative rivolte ai dipendenti e collaboratori del Pastificio Rana, sottolineando il riconoscimento nei confronti delle persone che hanno garantito la produttività aziendale durante l’emergenza sanitaria. Tra le misure adottate c’è stato un incremento del 25% dello stipendio, applicato a tutti i giorni di servizio effettuati a partire dal 9 marzo e valido anche per il mese di aprile.

Per sostenere le famiglie dei lavoratori, alle prese con la chiusura delle scuole e la quarantena obbligatoria, sono stati forniti ticket mensili di 400 euro per i servizi di babysitting.

Inoltre, è stata sottoscritta una polizza sanitaria speciale, per garantire una copertura assicurativa a tutti i dipendenti dell’azienda, al fine di ricevere le migliori cure possibili in caso di contagio da Covid-19: protezione garantita non solo ai dipendenti degli stabilimenti, ma anche ai collaboratori in regime di smart working.

Ovviamente, sono state implementate anche delle rigide misure di sicurezza all’interno dei centri produttivi, tra cui modalità di distanziamento sociale, igienizzazione e dotazioni di materiale sanitario di protezione.

Con queste iniziative di solidarietà, Gian Luca Rana ha voluto rinnovare il suo impegno nei confronti della società, ponendosi al fianco di lavoratori, cittadini e strutture sanitarie, fornendo loro un aiuto concreto per attraversare questo difficile momento di emergenza.

Contents.media
Ultima ora