×

Elena Del Pozzo, trovate tracce di sangue in bagno e sui vestiti della madre

Elena Del Pozzo, la madre Martina Patti sorvegliata in carcere: si teme un gesto autolesionistico o un'aggressione delle altre detenute.

Elena Del Pozzo

Durante il sopralluogo in casa di Martina Patti, la madre che ha ucciso la propria figli di quattro anni Elena Del Pozzo, sono state trovate alcune tracce di sangue (in particolare in bagno e su alcuni vestiti della donna, mentre in soggiorno è stata rinvenuta solo parte della merendina che la piccola stava mangiando prima del delitto).

Gli inquirenti non hanno invece ancora trovato il coltello con cui la 24enne ha compiuto l’omicidio: la stessa ha affermato di non ricordare dove l’abbia messo.

Tracce di sangue nella casa di Elena Del Pozzo

Le forze dell’ordine hanno lavorato per circa sei ore alla ricerca di elementi utili a ricostruire le dinamiche del delitto, ma per ora hanno trovato solo tracce ematiche. Nessuna traccia dell’arma con cui la madre ha colpito la figlia per undici volte, che non è stata rinvenuta né nell’abitazione né nel campo dove la donna ha affermato di aver ucciso la piccola.

I Carabinieri hanno quindi preso alcuni coltelli dalla cucina per verificare la compatibilità con le ferite riscontrate dal medico legale nel corso dell’autopsia.

Gli investigatori sono convinti che Martina non stia dicendo tutta la verità, dato che la sua ricostruzione è piena di “non ricordo” alternati a momenti di estrema lucidità. Per questo ritengono che ci siano altri dettagli importanti ancora ignoti. Nel frattempo, la salma della bimba è stata restituita alla famiglia che potrà celebrare i funerali.

Questi sono previsti nella giornata di mercoledì 22 giugno 2022 presso il duomo di Catania.

Sorvegliata h 24

È sorvegliata praticamente 24 ore su 24 perché si teme che possa suicidarsi oppure che le altre detenute possano aggredirla.Una decisione presa perché secondo il giudice Daniela Monaco Crea l’indagata potrebbe tornare a uccidere, inquinare le prove e fuggire.

Contents.media
Ultima ora