×

Bimbo muore per mancanza di medicine: l’appello dei genitori sul web

È morto a soli 6 mesi a causa di una grave forma di leucemia infantile. La madre lanciò un appello sui social alla ricerca del farmaco salvavita.

bimbo morto ospedale mancanza medicine

Juan Sebastian è morto nel reparto di ematologia dell’ospedale pediatrico José Manuel de los Rios di Caracas. A soli 6 mesi è stato ucciso da una grave forma di leucemia infantile. Dopo il ricovero, racconta FanPage, il bimbo era stato sottoposto ad un primo ciclo di cure chemioterapiche, rivelatisi insufficienti a fermare la sua malattia. I suoi genitori, attraverso l’account Instagram della mamma e la pagina dedicata alle cure del piccolo @ayudemosajuansebastian, avevano diffuso un appello, alla disperata ricerca del farmaco salvavita: “Mi mancano due ampolle per continuare la terapia” riportava la didascalia della foto del flacone di Citarabina, utilizzato nel trattamento dei tumori delle cellule bianche del sangue.

bimbo muore mancanza medicine

La crisi ospedaliera

Da anni diversi portali d’informazione denunciano le precarie condizioni sanitarie dell’ospedale pediatrico della capitale venezuelana. Nell’aprile nel 2018 un articolo pubblicato da peridirittiumani.com parlava di una grave crisi ospedaliera che costrinse i medici a sospendere i trattamenti di chemioterapia sui piccoli pazienti di tumore, proprio per mancanza di medicinali. A questa crisi era seguita una protesta guidata dalla direzione dell’ospedale che aveva portato in strada decine di manifestanti, tra genitori, medici e pazienti dei reparti di oncologia, neonatologia e altre aree dell’ospedale. Non solo la mancanza di medicinali avrebbe causato le proteste e ritardato i soccorsi ai pazienti: dall’inizio del 2018, come riporta FanPage, anche l’attrezzatura per la preparazione dei farmaci per la chemioterapia risulterebbe danneggiata.

bimbo muore mancanza farmaci

La denuncia di un medico

In assenza di un donatore di midollo osseo compatibile, unica alternativa ai trattamenti di chemioterapia, il piccolo Juan Sebastian è morto il 10 gennaio 2019, diventando il simbolo della crisi ospedaliera che affligge lo stato sudamericano. Di qualche mese fa la denuncia, sempre via social, di Maria Graciela Lopez, presidente della società venezuelana per le malattie infettive e medico presso la clinica. “Questo è il pranzo di oggi dei bambini ricoverati al J.M. de los Ríos – scriveva la dottoressa su Twitter a corredo della foto di un piatto di riso -. Il pranzo dei miei pazienti, con febbre dengue, polmonite, HIV. Impossibile stare zitti di fronte a tutto questo. Inaccettabile. E’ ora di finirla!”.


Contatti:

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche