Uomo carica in auto il cadavere in decomposizione della moglie | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Usa, 70enne carica in macchina il cadavere putrefatto della moglie
Esteri

Usa, 70enne carica in macchina il cadavere putrefatto della moglie

cadavere in macchina

La scena da film dell'orrore è stata raccontata dal portavoce della polizia di Eloy, che ha portato a compimento l'arresto.

La macabra notizia arriva dall’Arizona. Rodney Puckett, di 70 anni, è stato arrestato dalla polizia di Eloy sulla Toltec Road con l’accusa di abbandono e occultamento di cadavere. L’uomo è stato infatti sorpreso mentre stava portando in macchina il corpo in evidente stato di decomposizione dell’anziana moglie Linda. Messo in manette, è stato condotto al Centro di Detenzione per Adulti di Pinal County, dove sarà sottoposto a interrogatorio. Gli agenti intendono infatti scoprire quali cause abbiano determinato la morte dell’anziana. Tra esse non si esclude l’omicidio. Il movente potrebbe essere stato quello della gelosia. La donna, nel febbraio 2019, aveva infatti espresso la volontà di divorziare dal marito.

L’arresto

Rodney Puckett e la moglie Linda (74 anni), provenienti da Sand Springs, in Oklahoma, si trovavano in viaggio in Texas. Alcune telecamere di sicurezza dello stabile hanno immortalato l’uomo mentre trasportava il cadavere della moglie in macchina fuori dall’hotel in cui alloggiavano, per andarsene disinvolto dal parcheggio.

Gli agenti, allertati, hanno avvisato immediatamente le stazioni di polizia del circondario. L’anziano è riuscito a guidare per alcuni giorni fino allo Stato dell’Arizona, prima di essere intercettato e fermato dagli agenti.

La scena spaventosa, secondo quanto dichiarato dal portavoce della polizia Krisie Barnette, è stata da film horror. Gli agenti si sono trovati davanti agli occhi il corpo putrefatto della donna, che sarà sottoposto all’autopsia.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche