×

Australia: bagnante ucciso da uno squalo in acqua bassa

Bagnante attaccato e ucciso da squalo a Cable Beach nel centro turistico di Broome, nel Nordovest dell'Australia.

Attacco squalo
Bagnante attaccato da squalo in Australia: morto.

È morto a 59 anni Charles Cernobori, attaccato da uno squalo lungo 4 metri circa. La tragedia si è svolta a Cable Beach, nel centro turistico di Broome, nel Nordovest dell’Australia. Il bagnante stava nuotando a poche decine di metri dalla riva, non sorvegliata dai bagnini.

Bagnante ucciso da uno squalo in Australia

È successo nelle prime ore di domenica 22 novembre: un attacco mortale di uno squalo si è verificato presso una popolare spiaggia australiana. Un bagnante di 59 anni è stato ucciso da uno squalo di oltre 4 metri in acqua bassa presso Cable Beach, nel centro turistico di Broome, in Australia.

Si tratta di Charles Cernobori, 59 anni: dopo l’attacco è stato soccorso e riportato a riva, ma le ferite erano troppo gravi: non ce l’ha fatta, è morto poco dopo.

Una coppia ha tentato di salvarlo: dopo averlo visto dimenarsi in acqua, si è gettata tra le onde coraggiosamente, ma non c’è stato nulla da fare. “Hanno recuperato l’uomo ferito dall’acqua e lo hanno trascinato sulla spiaggia mentre sua moglie chiamava la polizia e un’ambulanza. È stato molto coraggioso entrare in acqua e fare quello che hanno fatto” ha dichiarato l’ispettore Gene Pears.

Cable beach, Broome

Normalmente, la spiaggia è sorvegliata dai bagnini ma non nel periodo che va da novembre a maggio, in cui sono comuni in acqua le velenosissime meduse Irukandji e i coccodrilli di acqua salata.

A Broome non si registravano attacchi fatali di squali dal 1993.

Contents.media
Ultima ora