×

Fauci chiede alla Cina le cartelle cliniche del 2019 del laboratorio di Wuhan

Fauci chiede alla Cina le cartelle cliniche del 2019 del laboratorio di Wuhan: “Vorrei vedere quelle delle tre persone che si sono ammalate"

Anthony Fauci

L’epidemiologo della Casa Bianca Anthony Fauci chiede ufficialmente alla Cina le cartelle cliniche del 2019 del laboratorio di Wuhan. E l’ufficialità è data dal fatto che la richiesta Fauci giunge da un uomo che presiede la task-force presidenziale Usa sul Covid-19.

La formula scelta da Fauci è quella bonaria dell’appello, ma il tema è troppo delicato: la Cina deve fornire le cartelle cliniche di alcuni impiegati del Wuhan Institute of Virology.

Fauci chiede alla Cina le cartelle di Wuhan, ma Pechino ha una sua versione

Quei documenti potrebbero chiarire una volta per tutte la delicata questione dell’origine del coronavirus, e forse il problema sta proprio lì, perché proprio un report dei servizi Usa dà per certa la presenza dei covid in Cina già dal 2019 e indirettamente assevera l’ipotesi della fuga.

Ha detto Fauci al Financial Times: “Vorrei vedere le cartelle cliniche delle tre persone che si sono ammalate nel 2019. Si sono davvero ammalate? E di cosa?”. In tema di fuga del virus gli scienziati cinesi sono stati lapidari: fantascienza. Per loro il coronavirus poteva circolare in altre regioni ancor prima prima di Wuhan.

Fauci chiede alla Cina le cartelle del 2019 di Wuhan, il report dei servizi Usa

Che significa? Che a detta dei luminari di Pechino il virus potrebbe anche essere arrivato in Cina attraverso le importazioni di cibo congelato o tramite il commercio di animali selvatici.

Ma il report targato Langley parla chiaro: tre ricercatori del laboratorio ammalatisi nel novembre 2019, poi sei minatori, di cui tre deceduti, si erano ammalati dopo aver visitato una caverna di pipistrelli nel 2012. Gli scienziati del Wuhan Institute of Virology avevano prelevato campioni dal sito e Shi Zhengli del laboratorio di Wuhan aveva negato l’esistenza di contagi nella struttura di ricerca. Fauci però non ci crede, non completamente almeno: “Cosa dicono le cartelle cliniche di queste persone? Erano portatori del virus? È del tutto plausibile che l’origine del Sars-Cov-2 sia nella caverna e che abbia iniziato a diffondersi in modo naturale oppure sia passato attraverso il laboratorio”.

Fauci chiede alla Cina le cartelle cliniche del 2019 del laboratorio di Wuhan e lo fa per conto della Casa Bianca

Attenzione, la richiesta di quei dati non sarebbe ancora passata per un’azione diretta dell’amministrazione Biden, in un certo senso è un’anticipazione che Fauci ha dato al FT, ma è difficile pensare che il capo di una task force governativa dica la sua senza sapere già che gode dell’avallo del 1600 di Pensylvania Avenue, nessuno è così scemo da “autolicenziarsi” con dichiarazioni così delicate. Fauci crede con riserva nell’ipotesi della trasmissione del virus all’uomo attraverso gli animali, semplicemente vuole incasellare lo step intermedio che, in Cina, avrebbe portato personale di Wuhan ad infettarsi. Non sarà facile.

Contents.media
Ultima ora