×

Federica Gasbarro: “Il paragone con Greta Thunberg? Non mi pesa”

Attivista e green influencer su Instagram, Federica Gasbarro ha raccontato il suo impegno e la conoscenza con greta Thunberg.

federica-gasbarro

Sostenibilità e cambiamento climatico sono solo alcune delle tematiche su cui si fonda la battaglia di Federica Gasbarro, definita la Greta Thunberg italiana. La giovane ha tenuto discorsi all’Onu, davanti al Capo dello Stato e a Papa Francesco ed è tra i 100 under 30 di Forbes.

Io, la Greta Thunberg italiana

Per il suo impegno con l’ambiente da sempre Federica è stata definita la Greta Thunberg italiana:”All’inizio mi dava fastidio. Poi ho capito il concetto che c’era dietro. Era un modo per suggellare e dare riconoscimento al mio impegno per l’ambiente. Oggi so che Greta è chiunque si stia spendendo realmente per il tema“. Le due si sono conosciute quando lei venne a Roma in uno dei primi scioperi e Federica era tra gli organizzatori.

E’ una ragazza tranquilla. Parlammo di Villa Borghese, dell’ambiente e del fatto che nulla stava andando nel verso giusto. Poi lo rivista a New York, a Cop 25 e poi a Cop 26 a Glasgow”.

Essere attivista sui social

Oltre all’impegno da attivista, Federica Gasbarro è molto presente sui social: “Sono una grande fan dei social perchè credo siano il mezzo più immediato per arrivare a chi ti ascolta.

I social si stanno modificando anche loro con il passare del tempo. Ci sono molti profili autorevoli, che fino a qualche anno fa non sarebbero mai stati sui social per timore di perdere credibilità“.

Cop26: un’esperienza formativa

A Cop26 purtroppo l’esito non è stato quello sperato. “A livello personale è stato bello incontrare gli altri ragazzi. E’ come se facessi 300 viaggi in 3 giorni perchè ciascuno di loro racconta la sua cultura ed è stato bellissimo.

Purtroppo a livello di politica internazionale non hanno preso gli accordi che dovevano prendere. E’ sbagliato parlare di completo fallimento ma non andiamo alla stessa velocità alla quale sta andando il cambiamento climatico. La direzione è quella giusto, ma stiamo andando lenti”.

Contents.media
Ultima ora