×

Franco Battiato, per Salvini un “grande Maestro” ma nel 2013 lo aveva chiamato “piccolo uomo”

I fan di Franco Battiato ripescano un commento di Matteo Salvini poco carino nei confronti del cantautore

Franco Battiato

La scomparsa di Franco Battiato, morto a 76 anni dopo anni di malattia, ha lasciato i fan del grande cantautore senza parole. Il web è pieno di messaggi dedicati al genio della musica italiana: uno di questi, però, ha fatto discutere.

Addio Franco Battiato, il ricordo di Salvini

“Perché sei un essere speciale ed io, avrò cura di te…’. Una preghiera, un ricordo e una canzone per il grande Maestro, Franco Battiato”. Tra i migliaia di messaggi in ricordo del cantautore e compositore Franco Battiato, scomparso nella notte, c’è anche quello di Matteo Salvini. Il leader della Lega ha voluto ricordare così su Twitter il cantautore siciliano, scomparso a 76 anni dopo una lunga malattia.

Un messaggio che, di per sè, non avrebbe nulla di strano, se non fosse che molti utenti del web hanno “ripescato” un vecchio commento di Matteo Salvini su Battiato, rilasciato nel 2013.

Il commento di Salvini su Franco Battiato: “Piccolo uomo”

Il leader della Lega, che si è unito ai messaggi in ricordo di Franco Battiato, è stato ampiamente criticato dai fan del cantautore, che hanno ritrovato un vecchio commento decisamente poco carino rivolto proprio da Salvini al musicista.

Franco Battiato, grande artista ma piccolo uomo” era stato un commento di Matteo Salvini nel 2013. Il commento era arrivato in risposta ad alcune dichiarazioni fatte il giorno prima dallo stesso Battiato al Parlamento Europeo di Bruxelles che Matteo Salvini non aveva gradito.

Lo scambio tra Salvini e Franco Battiato nel 2013

Era il 2013 quando Franco Battiato era assessore al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo della Regione Sicilia. In occasione di una riunione al Parlamento Europeo a Bruxelles aveva commentato: “Queste t***e che si trovano in Parlamento farebbero qualsiasi cosa. È una cosa inaccettabile”. Parole che generarono diverse polemiche, nonostante Battiato spiegò di esser stato mal interpretato e di non aver voluto pronunciare frasi misogine: “È un’espressione simbolica, fatta per esprimere una corruzione dilagante”. Le critiche però arrivarono, tra cui quella di Matteo Salvini, che ora i fan di Battiato hanno fatto tornare alla luce. Insomma, secondo molti sarebbe stato meglio se Salvini avesse evitato la dedica al cantautore scomparso nella notte.

Contents.media
Ultima ora