×

Il duo Ditta Marinelli presenta il nuovo singolo, “Parole di vetro”

La canzone nasce "in un periodo difficile, in cui la voglia di rivalsa e l’ansia per il futuro annebbiavano la vista", svela il duo romano nell'intervista.

Ditta Marinelli nuovo singolo

Un duo coinvolgente, comunicativo e dinamico, che fonde espressività e animo riflessivo: in bilico tra voglia di fare e incertezza del presente, Ditta Marinelli presentano nell’intervista esclusiva il loro nuovo singolo, “Parole di vetro”. Sono un duo romano emergente, molto interessante sia a livello musicale sia di immagine.

Un duo indie tutto al maschile con tante cose da raccontare.

Alessandro Marino (compositore, vocalist e front man, classe 1998) e Fabrizio Belli (chitarrista e autore, classe 1997) danno vita a Ditta Marinelli. Figli del rock inglese e del cantautorato, si distinguono per il loro stile autentico e personale, con testi mai scontati e un sound in continua sperimentazione ed evoluzione.

Ditta Marinelli presentano il nuovo singolo, “Parole al vento”

“Parole al vento” è il loro singolo di debutto: un viaggio introspettivo alla ricerca del proprio “Io”, diviso tra la voglia di rivalsa e l’ansia per il futuro, tipica delle generazioni più giovani. La canzone è una lente cristallina per filtrare il rumore del mondo e ritrovare sé stessi.

Descrivendo “Parole di Vetro”, i due giovani artisti dichiarano: “È una lettera a sé stessi, nata in un periodo difficile per noi in cui la voglia di rivalsa e l’ansia per il futuro ci annebbiavano la vista.

Il singolo racconta il conflitto che c’è in ognuno di noi tra il lato sobrio e composto e quello ebro e confusionario, ma libero. Nella canzone riflettiamo anche sui giorni nostri, in cui la maggior parte delle persone si barcamena tra il desiderio di stabilità e la paura di sacrificare la propria personalità o la propria libertà in vista di un futuro migliore”.

Nel videoclip ufficiale che accompagna il brano si vedono scene di vita quotidiana e momenti catartici tra le vie di Bologna.

Il video rappresentata la relazione tossica e instabile di due giovani ragazzi, due personalità opposte che simboleggiano i lati più conflittuali del carattere dell’uomo. Lei (Irene Dall’Olio), spirito libero e privo di inibizioni ammalia e incanta il suo partner (Alessandro Marino) più moderato e riflessivo. Il video si chiude con un finale aperto sulla scelta del protagonista che deve decidere se continuare o meno a coltivare questa storia d’amore.

Ditta Marinelli nuovo singolo

Ditta Marinelli, dal nuovo singolo ai prossimi progetti

Alessandro parla del nuovo singolo e spiega: “Il nostro progetto comincia un anno fa: non potendo più suonare live a causa del Covid, ci siamo chiusi in casa e abbiamo scritto nuovi inediti. Abbiamo scritto un brano che parla della lotta tra razionale e irrazionale, nato in acustico e poi addobbato grazie alla produzione di Matteo Costanzo (produttore di Ultimo e Leo Gassman), che è il produttore artistico di “Parole di vetro”. Siamo soddisfatti del lavoro fatto insieme”.

Fabrizio ha aggiunto: Ci conosciamo da tanti anni e siamo un duo artistico un po’ fuori dai tempi: ora cerchiamo di rappresentare qualcosa di autentico e speriamo sia gradito da quante più persone possibili. I messaggi che vogliamo trasmettere desideriamo siano uno specchio per tante persone. Ognuno può vedere all’interno qualcosa di personale”.

Poi hanno raccontato: “Abbiamo iniziato a fare musica militando in alcune band, facendo cover dei nostri artisti preferiti, passando dal rock al pop. Da un anno ci siamo dedicati a scrivere canzoni nostre, sperimentando un lato nuovo del nostro mestiere. Siamo già al lavoro su nuovi brani, che vedranno un cambio di produzione. A metà settembre dovrebbe uscire “Maledetta nostalgia”, il nostro secondo singolo. A ottobre, inoltre, parteciperemo al Mei Festival, che ci auguriamo sia la prima di tante nuove occasioni per suonare live e condividere la nostra musica con il pubblico”.

Quindi hanno svelato: “Il nostro desiderio è far uscire il primo album con l’inizio del nuovo anno: è già terminato, ma mancano le dovute rifiniture”.

Contents.media
Ultima ora