×

Il sindaco Beppe Sala si autosospende: indagato nell’inchiesta Expo

Come un fulmine a ciel sereno, il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha deciso, poco fa, di autospendersi dalla carica di primo cittadino del capoluogo lombardo. La decisione è arrivata dopo aver appreso, da fonti giornalistiche, di essere stato iscritto nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta sulla ‘Piastra dei servizi’ (infrastruttura di Expo 2015) condotta dalla procura generale di Milano. Nella fattispecie viene contestata a Sala, ex ad di Expo, l’ipotesi di falso e per questo il suo nome è stato iscritto dalla procura nel registro degli indagati.

Il primo cittadino ha rilasciato poco fa una dichiarazione ufficiale attraverso l’ufficio stampa del comune di Milano, confermando la volontà di autospendersi dalla carica di sindaco: “Apprendo da fonti giornalistiche che sarei iscritto nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta sulla piastra Expo.

Pur non avendo la benché minima idea delle ipotesi investigative, ho deciso di autosospendermi dalla carica di Sindaco, determinazione che formalizzerò domani mattina nelle mani del Prefetto di Milano”.

E’ il sostituto procuratore di Milano Felice Isnardi a coordinare l’inchiesta dopo aver seguito, un mese fa, l’indagine, in contrasto con la richiesta della procura di archiviare il fascicolo, richiesta che il gip Andrea Ghinetti aveva poi bloccato. Nella fattispecie i reati di Sala, secondo quanto riportato su alcuni giornali, sarebbero falso materiale e falso ideologico.

Nato a Milano, classe 1983 è laureato in Comunicazione Digitale. Collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile e ha scritto per Il Giorno, NewNotizie e Daily Word Italia.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Daniele Orlandi

Nato a Milano, classe 1983 è laureato in Comunicazione Digitale. Collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile e ha scritto per Il Giorno, NewNotizie e Daily Word Italia.

Caricamento...

Leggi anche