×

Juventus, diverbio tra Allegri e Bonucci. Il ct: “Ecco com’è andata”

default featured image 3 1200x900 768x576

E’ stato un duro scambio di battute a distanza, quello tra Massimiliano Allegri e Leonardo Bonucci durante Juventus-Palermo: “Solo un disguido sui cambi”.

Non è il post partita che si aspetta di vedere dopo l’eclatante 4-1 di Juventus-Palermo.

Il tecnico bianconero Massimiliano Allegri ha subito chiarito il sonoro battibecco con Bonucci avvenuto a gara in corso. Un duro scambio di battute a distanza ma che è rientrato poco dopo. In realtà, lo scontro tra i due è stata la punta dell’iceberg di un clima già precedentemente poco disteso. Il ct, infatti, aveva ripreso Bonucci più volte per i suoi lanci troppo lunghi, invitandolo, con toni poco pacati, a mettere il pallone fuori per agevolare il cambio.

Da qui, la reazione del centrale che ha scatenato le sue invettive.

Leo, al fischio di fine partita, anzichè festeggiare con la squadra, se ne è andato dritto negli spogliatoi. “Non è successo nulla, ci siamo chiariti – ha dichiarato Allegri – C’erano giocatori che avevano bisogno di cambi, ma non mi era possibile farli. Pjaca, ad esempio, aveva i crampi, Sturaro un fastidio a un flessore e Marchisio stava male. E’ stato solo un disguido sulle sostituzioni.

Anche se ci sono modi e modi di dire le cose: il rispetto fa parte dell’educazione e non deve mai mancare. Però può capitare che si sbagli quando si è particolarmente tesi”. Infine, la frecciatina del ct su una battuta del difensore: “Bonucci allenatore? Forse, ma deve ancora imparare molto…”.

Infine, Massimiliano Allegri non ha inevitabilmente mancato di lasciare un commento sulla vittoria della sua Juve: “I ragazzi sono stati bravi e la partita è stata comunque insidiosa. Ma ora dobbiamo pensare alla settimana prossima. Il Porto è in forma ed è molto forte nelle ripartenze. Ma soprattutto è una squadra che è abituata a giocare partite di questo livello. Sarà un match che servirà per la Champions, ma anche per la nostra autostima”. Qualche parola anche per i suoi giocatori: “Sono felice per Marchisio che doveva recuperare in senso fisico e mentale. Buona partita anche per Pjaca, nonostante sia ancora giovane e in crescita. Soddisfatto anche di Lemina e Rincon“.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora