×

L’Unicef: “Dall’inizio della guerra sfollato un bambino ucraino su due”

Una piccola popolazione a sé stante di profughi colpevole solo di essere incappata nell'orrore della guerra: sfollato un bambino ucraino su due

I dati Unicef sui bambini ucraini

L’informazione che sta facendo passare l’Unicef in queste ore è terribile: “Dall’inizio della guerra è stato sfollato un bambino dell’Ucraina su due”. Una piccola popolazione a sé stante di profughi colpevole solo di essere capitata nel bel mezzo dell’orrore della guerra in pratica.

E il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia fornisce i terribili dati sul flussi infantili di profughi. Sono dati per cui “un bambino ucraino su 2 è stato sfollato da quando la Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio”. 

“Sfollato un bambino ucraino su due” 

A fornire i dati in una serie di dichiarazioni alla Cnn è stato proprio il portavoce dell’Unicef James Elder. Ecco le sue parole, che esprimono un concetto tremendo, a volerlo analizzare: “Dall’inizio della guerra un mese fa, su ogni bambino e bambina del paese, uno su due ha dovuto abbandonare le proprie case”.

E ancora: “È una situazione che non abbiamo mai visto prima, non a memoria d’uomo, ed è quasi impossibile da affrontare”. 

Non solo sfollati, molti sono orfani

E il calvario dei bambini dell’Ucraina purtroppo non è solo quello, già terribile, dello sfollamento. Lo aveva spiegato bene il presidente di Aibi, Marco Griffini, affermando che nel Paese bombardato sono ancora presenti più di 98mila bambini orfani, ospiti di 633 diversi istituti ucraini. La chiosa era stata cupa: “Chi ha una famiglia si è ricongiunto con essa e molti stanno scappando con le madri, mentre gli uomini restano in Ucraina”. 

Contents.media
Ultima ora