La Befana, una tradizione pagana unica per ogni città
La Befana, una tradizione unica per ogni città
Viaggi

La Befana, una tradizione unica per ogni città

Befana

La Befana rappresenta il vecchio che lascia il posto al nuovo. Una ricorrenza pagana festeggiata in molte città italiane con eventi straordinari

La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte, col vestito alla romana, viva viva la befana!”. Ed è esattamente così la Befana, proprio come fa riferimento la popolare canzoncina, è made in Italy. L’origine della Befana deriva da antiche feste pagane celtico-germaniche, che celebravano la fine della brutta stagione e il risorgere della luce, col riferimento all’agricoltura e alla terra per l’augurio di un buon raccolto.

Così, tra il 5 e il 6 gennaio, ecco arrivare tantissimi eventi e manifestazioni per onorare la saggia vecchina che porta i doni ai bambini buoni e cattivi.

Befana 2018: gli eventi

Le mongolfiere a Mondovì (CN): A Cuneo si usa dire che “A Mondovì la Befana non vola con la scopa, ma in mongolfiera!” perciò si organizza il ‘Raduno Aerostatico Internazionale dell’Epifania‘. Quest’anno il raduno durerà tre giorni, dal 5 al 7 gennaio, e vi parteciperanno oltre 30 mongolfiere che, con i loro variopinti colori, dipingeranno il cielo del Piemonte.

Festa della Vecchiarella a Castel Viscardo (TR) – Monterubiaglio, frazione del comune di Castel Viscardo, in provincia di Terni: La particolarità della figura della Befana in questione risulta essere meno generosa e più pretenziosa.Difatti la vecchina chiede i doni e non ne dà.

Ciò è dovuto alla tradizione dei tempi. La Befana impersona gli spiriti dei defunti che domandano preghiere per salvare le anime nomadi nel Purgatorio. Così, la vecchina bussava alle porte delle case per avere delle uova con cui preparare i dolci per la festa pasquale. La festa termina in piazza, dinanzi a un grande falò, con canti e balli. E del buon vin brulè.

La Befana giunge dal mare – A Lavagna, in Liguria (GE), l’evento è per sabato 6 gennaio alle 15.30 sul Lungomare De La Penne. La vecchina questa volta giungerà dalle acque del mare. I bambini presenti potranno svolgere fantasiose attività creative in spiaggia ove potranno raccogliere caramelle e dolce carbone. Alla fine della giornata il rito è sempre lo stesso: recarsi in centro per bere una meravigliosa tazza di cioccolata calda.

Festa Nazionale della Befana a Urbania – Dal 4 al 6 gennaio Urbania si trasforma nella casa della Befana. Oltre 4000 calze appese per le vie del centro, luminarie nelle strade del centro storico e multiformi Befane che animano il loco con tanta e tanta musica e spettacoli di artisti di strada.

Un vero e proprio posto incantato, con i nomi fantasiosi dati alle attrazioni quali, ad esempio, la Piazza del Cioccolato, l’Emporio della Befana, la Piazza del fai da te, il Cortile dei sapori, il Parco giochi della Befana e la sfilata della calza più lunga del mondo (50 metri). Infine, le spettacolari discese della Befana dalla Torre campanaria e dal campanile del Palazzo comunale che terranno tutti gli spettatori con il fiato sospeso.

festa befana

Raduno nazionale delle Befane e dei Befani – Sabato 6 gennaio a Fornovo di Taro (Parma) si terrà la sfilata – arrivata all’ottava edizione -, delle Befane e dei Befani di ogni età . La sfilata si concluderà al Foro 2000, nel Palabefana, con un punto di ristoro e, per chi lo vorrà, un vero e proprio ristorante adibito per l’occasione.

A Verona si arde la Vecchia – Dalle 18 ci sarà “Brusa la vecia”, un gigantesco pupazzo alto 10 metri raffigurante la Befana viene dato alle fiamme su una pila di legna.

Un vero e proprio rito propiziatorio di Epifania della tradizione popolare. Simbolicamente bruciare la Befana significa “sacrificare” il vecchio per il nuovo, rispettando così le tradizioni pagane.

befana verona

Buona vigilia della Befana!

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche