×

La denuncia dell’Oms: “In Ucraina attaccate strutture sanitarie”

Tedros Adhanom Ghebreyesus ha lanciato precise accuse ed arriva la denuncia dell’Oms: “In Ucraina sono state attaccate strutture sanitarie”

L'interno di ciò che resta di un ospedale ucraino

In queste ore arriva una precisa denuncia da parte dell’Oms in merito alla guerra che la Russia sta muovendo all’Ucraina: “Sono state attaccate strutture sanitarie”. Il tweet del responsabile Ghebreyesus condanna la tattica indiscriminata delle truppe russe e punta l’indice contro i numerosi episodi che dimostrano come le truppe di Vladimir Putin non si facciano scrupolo alcuno di colpire obiettivi non solo civili, ma pefino deputati alla cura delle persone

Oms: “dalla Russia attaccate strutture sanitarie”

Un “upgrade dell’orrore” che il capo dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus non può tollerare a nome dell’organizzazione che presiede. L’Oms comunque ha rilevato “diversi attacchi a strutture sanitarie in Ucraina che hanno provocato morti e feriti.  Attacchi contro strutture sanitarie o operatori sanitari che violano la neutralità riconosciuta al personale medico e la legge umanitaria internazionale”. 

Da Kharkiv a Kiev ospedali e luoghi di cura nel mirino

E gli episodi già censiti fra le decine di quelli che sono emersi di meno purtroppo non mancano.

Dopo la presa di un ospedale a Kharkiv da parte dei paracadutisti russi anche nei pressi di Kiev era stato colpito un ospedale di maternità. Lo aveva denunciato il capo della Chiesa greco-cattolica Sviatoslav Shevchuk: “Abbiamo visto scuole, asili nido, cinema, musei distrutti, e al mattino un razzo ha colpito l’ospedale di maternità”.

Contents.media
Ultima ora