> > Le mani del clan sul turismo: quattro condanne per l'operazione "Baia Verde"

Le mani del clan sul turismo: quattro condanne per l'operazione "Baia Verde"

A condurre il blitz furono i Carabinieri

Le mani del clan sul turismo: quattro condanne per l'operazione "Baia Verde": accusati di aver gestito le agenzie di security nelle discoteche

Le mani del clan sul turismo: quattro condanne per l’operazione “Baia Verde”, per la Procura gli imputati controllavano la sicurezza dei locali notturni del Salento ma in aula il Pm aveva chiesto l’assoluzione.

Quel blitz, condotto dai carabinieri del Reparto Operativo sotto coordinamento dell’Antimafia, all’epoca fece molto scalpore perché di fatto decapitò uno degli ambiti criminali più fruttosi della costa Leccese, quello fra mafia e turismo.

Le mani del clan sul turismo

Dopo otto anni dall’operazione denominata “Baia Verde” sulle presunte infiltrazioni del clan Padovano nelle attività del settore turistico arriva la sentenza. I membri del clan erano accusati di aver gestito in particolare le agenzie di security nelle discoteche e nei lidi balneari.

Molti degli imputati avevano scelto il rito alternativo e in queste ore sono state emesse le sentenze per chi aveva scelto il dibattimento.

Le condanne inflitte a Lecce

E la seconda sezione penale del tribunale di Lecce, presieduta dalla giudice Cinzia Vergine ha inflitto: dieci anni di reclusione per associazione mafiosa ad A.L., il prestanome per una società che gestiva parcheggi per conto del clan. Poi dieci anni anche a L.T.

E ancora: tre anni di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti a G.R. e dieci mesi di reclusione a U.L. prr tentata violenza privata.