×

Le zanzare potrebbero pungere anche in inverno a causa del cambiamento climatico: lo studio

Secondo uno studio dell'Università della Florida, nelle zone soggette a cambiamento climatico le zanzare potrebbero pungere anche in inverno.

zanzare inverno

Con l’arrivo della stagione estiva sono tornate come ogni anno anche le amate zanzare, che accompagnano come sempre le afose giornate di luglio e agosto con le loro punture. Ma è veramente certo che le zanzare continueranno a presentarsi soltanto in estate e non anche in inverno? È quello che si è chiesto un gruppo di ricercatori dell’Università della Florida, che ha effettuato uno studio pubblicato lo scorso aprile sulla rivista Ecology in cui viene ipotizzato come i cambiamenti climatici possano influenzare i ritmi biologici stagionali delle zanzare.

Le zanzare potrebbero pungere anche in inverno a causa del cambiamento climatico: lo studio

Come ha spiegato Brett Scheffers, autore senior dello studio e assistente presso il dipartimento di ecologia e conservazione della fauna selvatica dell’Università della Florida: “Nelle regioni tropicali, le zanzare sono attive tutto l’anno, ma non è così nel resto del mondo. Al di fuori dei tropici, le temperature invernali fanno sì che le zanzare vadano in una sorta di letargo, chiamato diapausa”.

Si tratta di zanzare denominate in gergo “cold bound” proprio perché la loro attività diminuisce durante i mesi più freddi: “Tuttavia, con il cambiamento climatico, ci aspettiamo che le estati si allunghino e gli inverni diventino più brevi e più caldi. Cosa significherà questo per quelle zanzare dai confini freddi? Come risponderanno?”.

Le zanzare potrebbero pungere anche in inverno: l’esperimento in Florida

Per rispondere alla domanda, gli scienziati hanno effettuato una serie di esperimenti in un’area della Florida dove si mischiano climi subtropicali e temperati nei pressi della città di Gainesville. In totale hanno raccolto circa 28mila zanzare appartenenti a 18 specie diverse, confrontando i loro comportamenti a seconda delle temperature: “Abbiamo scoperto che le zanzare coinvolte nel nostro studio assumono un comportamento tipico di un elastico e che l’intervallo di temperature che possono tollerare si estende e si contrae in diversi periodi dell’anno“.

Scheffers ha poi aggiunto: “Tutto ciò ci segnala che mentre il cambiamento climatico rende i nostri autunni e inverni più caldi, le zanzare nelle regioni più temperate sono ben preparate per essere attive in quei periodi”.

Le zanzare potrebbero pungere anche in inverno: si comportano come elastici

Nel frattempo Brunno Oliveira, primo autore dello studio, ha specificato che: “I nostri risultati suggeriscono che per comprendere al meglio in che modo le popolazioni e le specie di zanzare possano essere in grado di tollerare i cambiamenti climatici in corso, dobbiamo misurare le risposte termiche delle specie in diversi periodi dell’anno. […] Queste informazioni ci aiuterebbero a fornire una rappresentazione più accurata dell’intervallo di temperatura che una specie può tollerare”.

Contents.media
Ultima ora