Ilary Blasi confessa "non cambio taglio, ho una parrucca"
Ilary Blasi confessa “non cambio taglio, ho una parrucca”
Lifestyle

Ilary Blasi confessa “non cambio taglio, ho una parrucca”

ilary blasi parrucca
ilary blasi parrucca

Ilary Blasi, ospite di Silvia Toffanin, lascia il pubblico senza fiato con un'inaspettata confessione: "Ho la parrucca, avevano ragione i social".

Ilary Blasi, ospite a Verissimo condotto da Silvia Toffanin, fa una confessione che lascia il pubblico disarmato. “A me piace cambiare, ma non i capelli perché si rovinano“, dice. Poi la frase che lascia tutti esterrefatti: “Ho la parrucca. Avevano ragione i social“. Il mistero sui capelli di Ilary Blasi è quindi stato finalmente risolto. Il pubblico in sala di Verissimo si è alzato per andare a verificare le parole della conduttrice della terza edizione de il Grande Fratello Vip. È tutto vero: Ilary Blasi indossa una parrucca.

Ilary Blasi shock: “indosso una parrucca”

Mia nonna le usava, mi sono ispirata agli anni ’50 quando era normale usare le parrucche. Abbiamo risolto anche questo dubbio” ha spiegato Ilary Blasi a Silvia Toffanin. A proposito delle polemiche nate sul suo conto afferma: “Le accetto e non mi fanno arrabbiare. Sono molto aperta perché se ci fossi io sul divano vorrei criticare, vorrei parlarne con le amiche. Anche il look, i capelli fanno parte dello spettacolo, ci gioco e ci stanno le critiche“. Si tratta sicuramente della confessione più chiaccherata delle tante fatte durante la puntata di Verissimo.

Durante l’intervista infatti, Ilary Blasi ha rivelato molti dettagli sulla propria vita privata.

Sì è vero volevo fare la fruttivendola. Da piccola andavo al mercato e adoravo i banchi di frutta tutti colorati e profumati” ha detto una dell più amate showgirl della televisione italiana. Poi ha continuato: “Chanel ha accusato un po’ l’arrivo di Isabel, era gelosa perché non era la più piccola, poi è passata. Un po’ come me con mia sorella Melory. Francesco vuole 5 figli? Tre è il giusto compromesso. I miei figli devono fare solo due cose: studiare e giocare e quindi sì, pretendo che le facciano bene. Christian ha voluto fare calcio, ma sento per lui il peso del cognome, se avessi potuto scegliere io avrei scelto un altro sport. Per ora gli piace e va bene. Però non ho aspettative e pretese“.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marta Lodola
Marta Lodola 356 Articoli
Classe 1994, nata e cresciuta a Milano. Laureata in Lettere, amante della storia. Giornalista d'aspirazione, educatrice e calciatrice per passione.