×

Polemica sul programma Alla Lavagna di Vladimir Luxuria

Il programma di Vladimir Luxuria è al centro di polemiche in merito alla scelta di spiegare a una classe di bambini l'omosessualità e l'essere trans.

Polemica sul programma Alla Lavagna di Vladimir Luxuria

“Lezioni inaccettabili”. Il programma Alla Lavagna di Vladimir Luxuria è al centro di una forte polemica in rete e non solo. Motivo? Nel programma l’ex parlamentare Vladimir Luxuria si “mette in cattedra” per spiegare ai bambini di una classe che cosa voglia dire essere omosessuale e cosa comporti diventare transessuale.

Sul contenuto della trasmissione si sono espressi negativamente alcune figure politiche, tra cui Paolo Tiramani, capogruppo Lega alla commissione di Vigilanza Rai. Sulla vicenda ha risposto anche Vladimir Luxuria, che si è detta contenta di aver incontrato i bambini: “Queste polemiche dimostrano che i bambini sono molto più avanti di certi adulti”.

Polemica su Alla lavagna

Alla lavagna al centro di polemiche. Una conseguenza che gli autori avevano effettivamente previsto: non è un caso che il programma sia stato spostato nella seconda serata del Sabato.

La posticipazione della trasmissione non ha comunque impedito lo scatenarsi delle polemiche. La vista di Vladimir Luxuria che risponde alle domande dei bambini in materie delicate come l’omosessualità e la transessualità ha indispettito non poche persone. Le polemiche si sono scatenate prima sui social, per poi propagarsi a macchia d’olio anche al di fuori della rete.

Le critiche a Luxuria

Le principali critiche riguardano l’effettiva competenza di Vladimir Luxuria nel parlare ai bambini di temi così delicati.

Il primo a sostenere questa linea è Paolo Tiramani, capogruppo Lega alla commissione di Vigilanza Rai: “Queste lezioni sono inaccettabili.” ha riferito Tiramani a Il Messaggero, “Soprattutto se avvengono nel corso di una trasmissione televisiva andata in onda su Rai 3, dove erano protagonisti giovani alunni che ascoltavano lezioni da una “mancata soubrette” la cui vita personale dovrebbe restare tale”.

In difesa del programma, Vladimir Luxuria ha affermato di aver fatto molta attenzione a come rispondere ai bambini: “Non ho fatto alcuna lezione su come si diventa trans perché anzi ho cercato di spiegare che si nasce gay o trans.

Ho parlato soprattutto di bullismo”. Soddisfatta del proprio incontro con gli alunni scelti per il programma, l’ex parlamentare ha anche dichiarato di aver ricevuto i complimenti dagli stessi genitori dei bambini.

Contents.media
Ultima ora