×

Mara Venier e la depressione: “Ho chiesto delle punture per morire”

Quando il medico le disse che la mamma era morta, la conduttrice avrebbe avuto una reazione disperata: "Adesso mi fai una puntura"

Mara Venier
Mara Venier

E’ la zia di tutta Italia, una delle conduttrici più amate dagli italiani. Al timone di Domenica In, Mara Venier fa divertire e tiene incollati al piccolo schermo moltissimi telespettatori. Siamo abituati a vederla con il sorriso stampato in volto, sempre allegra e solare, dolce e gentile. Tuttavia, in un’intervista a cuore aperto a Diva e Donna, ha raccontato qualcosa in più su si di sé e sui suoi momenti bui. In passato, è sprofondata in una difficile situazione, affrontata anche con l’aiuto di alcuni farmaci, dai quali poi ha deciso di liberarsi.

La depressione di Mara Venier

Nell’intervista al settimanale (riportata anche da Il Giornale), la conduttrice di Domenica In ha raccontato il profondo dolore vissuto per la scomparsa della madre. La donna era da tempo malata di Alzheimer.

Quando il medico le comunicò la notizia della morte della mamma, la conduttrice avrebbe avuto una reazione disperata. “Ho preso il dottore per il camice, ho cominciato a picchiarlo e a urlare “Adesso tu mi devi fare una puntura“. Non potevo lasciarla andare via da sola, dovevo andare con lei”, ha confidato la Venier.

Così avrebbe avuto inizio una fase delicata della sua vita, fatta di farmici, visite e momenti di sconforto. Con il tempo, Mara ha deciso di liberarsi di tutti i farmaci che le prescrivevano per la depressione e affrontare il dolore, riuscendo poi a superarlo pienamente. Ma le cicatrici restano indelebili. Impossibile dimenticare i momenti di abbattimento, la sofferenza per una perdita così grande. Alcune situazioni rimangono impresse, anche dietro i meravigliosi sorrisi e la risata contagiosa della Venier.


Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche