×

Caso Pamela Prati: come sarebbe stato il finto matrimonio in chiesa?

Cosa sarebbe accaduto se non fosse emersa la verità sul caso Pamela Prati? Il colpo di scena sul matrimonio in chiesa

pamela prati
pamela prati

Se Roberto D’Agostino con Dagospia non avesse sbugiardato Pamela Prati e le socie Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, cosa sarebbe successo? Secondo il diretto interessato, è probabile che la Prati si sarebbe trovata sola sull’altare, per poi presentarsi nei vari programmi televisivi a raccontare l’abbandono nel giorno delle sue tanto agognate nozze.

Del resto, la location del matrimonio era già stata stabilita, così come già pronto era anche il vestito da sposa per la ex star del Bagaglino. Tre camere erano state prenotate, tuttavia nessuna partecipazione era stata inviata.

Pamela Prati, il finto matrimonio

Sempre secondo l’accurato resoconto di Dagospia, non c’erano nemmeno documenti ufficiali del matrimonio. Dunque niente partecipazioni e niente testimoni, a parte le tre dirette interessate. Pamela Prati, a onor del vero, avrebbe anche potuto indossare l’abito da sposa e farsi fare le fotografie di rito della preparazione.

Per poi mettere in scena il mancato arrivo dello sposo a Verissimo, che aveva comprato l’esclusiva dell’evento per 40mila euro.

Pamela Prati sedotta e abbandonata sull’altare sarebbe stata del resto una notizia da prima pagina, come fa notare sempre Dagospia. La cosa avrebbe sicuramente portato consistenti guadagni alla showgirl. Per non parlare del valore delle foto di Pamela vestita da sposa prima della tragica fine della finta favola. Oltre a tutto ciò, come non sottolineare i ricavi che avrebbe avuto dalle molte ospitate nei salotti in tv? Il piano sarebbe dunque stato perfetto, se D’Agostino non avesse indagato così bene e la notizia non si fosse tramutata nel triste epilogo che tutti conosciamo.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora