×

Work It: cast e trama del film in streaming su Netflix

Condividi su Facebook

La recensione del film Work It, in streaming su Netflix, con protagonista Sabrina Carpenter e prodotto da Alicia Keys

Work It è il nuovo teen movie con al centro i balli hip hop, i primi amori e una leggerezza estiva che promette di conquistare il grande pubblico dei giovanissimi.

Tra i produttori del film spicca il nome della famosa cantautrice americana Alicia Keys, che già in passato aveva avuto alcune esperienze nel cinema e soprattutto in televisione con le serie American Dreams del 2003 e Empire del 2015.

Il film è scritto da Laura Terruso, al suo secondo lungometraggio da regista dopo La riscossa delle nerd uscito nel 2018.

Il cast di Work It

La protagonista è Quinn Ackerman, interpretata dalla nota cantautrice e attrice Sabrina Carpenter, vista nei film Il coraggio della verità e recentemente in Tall Girl, e anche nella serie televisiva Girl Meets World del 2014, tutti prodotti Disney Channel.

Ad accompagnarla ci sono tanti giovani attori che hanno grande dimestichezza con il ballo: Jordan Fisher (visto in Tutte le volte che ho scritto ti amo 2), Liza Koshy (conosciuta con Liza on Demand), Keiynan Lonsdale (The Flash), Michelle Buteau (Someone Great), Noami Snieckus (Mr D), e Drew Ray Tanner (nella serie Riverdale).

La trama del film

Work It parla di Quinn Ackerman, una liceale secchiona che ha come unico obbiettivo quello di accedere alla prestigiosa e selettiva università della Duke. Però il colloquio preliminare non va come dovrebbe.

La selezionatrice si dimostra più interessata alle attività extra scolastiche che ai bei voti della ragazza, così Quinn sostiene di far parte del famoso team di ballo della sua scuola. A queste parole, la selezionatrice si entusiasma dandole appuntamento alle gare di danza di fine anno.

Quinn in realtà non ha talento nel muoversi a tempo di musica, e per coprire le sue bugie è costretta ad imparare a ballare, trovando l’aiuto del dancer Jake Taylor.

La recensione del film

Work It è un lavoro dalle basse pretese che perlomeno ha il pregio di non prendersi troppo sul serio. Non si dilunga mai e non corre il rischio di diventare melenso e patetico.

Anche se il film parte senza entusiasmare, perdendosi in messaggi diseducativi (come mentire spudoratamente per cogliere un’opportunità lavorativa), nella parte centrale la trama e il montaggio incominciano a funzionare, e la storia centra finalmente il cuore del discorso: credere in sé stessi sfidando i propri limiti e accettare l’aiuto di chi ti vuole bene.

Nonostante questo, i conflitti sono decisamente poco interessanti e raramente c’è una profondità che descriva Work It come un film diverso dalla mediocrità.

Quinn, la protagonista interpretata da Sabrina Carpenter, non sarà un’attrice straordinaria ma risulta gradevole sullo schermo. Peccato invece per gli altri personaggi che risultano caricaturali e noiosi, delle macchiette rubate da decine di film sul mondo del ballo.

Nonostante i tanti limiti, Work It è un film che non da fastidio e che si lascia vedere senza grandi problemi, con tutte le carte in regola per ottenere un grande successo commerciale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.