×

I Guardiani della Galassia Vol.2: recensione del film Marvel

Condividi su Facebook

In streaming su Disney Plus il film fantascientifico I Guardiani della Galassia Vol. 2 (James Gunn, 2017) con Kurt Russell e Chris Pratt

In streaming su Disney+ il film I Guardiani della Galassia Vol.2 (2017) di James Gunn con protagonista Chris Pratt, Zoe Salanda e Kurt Russell.

Trama

I Guardiani della Galassia vengono ingaggiati dalla popolazione Sovereign per proteggere delle potente batterie da un mostro inter-dimensionale, Rocket prima di andar via dal pianeta ruba le batterie attirando le ire della popolazione che attacca la loro navicella.

I Guardiani una volta atterrati tentano di riparare la navicella spaziale per ripartire, ma i membri del team cominciano a litigare tra loro quando improvvisamente una misteriosa navicella salva la vita a tutti. Da questa scendono Mantis (Pom Klementieff) e Ego (Kurt Russel), quest’ultimo si rivelerà il padre naturale di Peter Quill (Chris Pratt).

I guardiani si dividono. Peter assieme a Drax (Dave Bautista) e Gamora (Zoe Salanda) si dirgono sul pianeta di Ego per scoprire le sue origini, mentre Rocket e Groot rimangono per riparare la navicella e tenere d’occhio Nebula (Karen Gillan), la sorella adottiva di Gamora e figlia del temibile Thanos.

Sulle tracce dei Guardiani si mettono anche i temibili pirati spaziali Ravager guidati da Yondu (Michael Rooker).

Il cast del film

L’intrepido Starlord è interpretato da Chris Pratt che oltre ad interpretare il personaggio in tutti i film del Marvel Cinematic Universe ha preso anche parte alla trilogia di Jurassic World nel ruolo del domatore Owen Grady e protagonista della pellicola Passengers (Jon Spaihts, 2016).

Il padre Ego è interpretato dal famosissimo attore hollywoodiano Kurt Russell, lanciato dal regista John Carpenter negli anni ’80 in film come 1997: Fuga da New York (1981), Grosso Guaio a Chinatown (1986) e La cosa (1982), ruoli che lo hanno consacrato a icona cult del cinema. Ha inoltre collaborato con Quentin Tarantino per le pellicole Grindhouse – A prova di morte (2007), The Hateful Eight (2015) e C’era una volta…a Hollywood (2019), ultimo film del regista americano.

Gamora è interpretata dall’attrice Zoe Saldana che interpreterà numerosi ruoli in film cult come The Terminal (Steven Spielberg, 2004), il ruolo di Uhura nei film dedicati alla saga di Star Trek e quello di protagonista nel film campione d’incassi Avatar (2009) di James Cameron.

Recensione

Se già con il primo capitolo James Gunn era riuscito a creare un prodotto in grado di scostarsi dalle logiche commerciali e produttive dell’industria Disney, con questo secondo capitolo perfeziona tutto ciò che ha reso unico il primo capitolo.

I riferimenti alla cultura pop e la grandissima autoironia dei protagonisti verso se stessi e tutto il genere supereroistico viene mescolato con temi più profondi come la famiglia e l’amicizia, mai trattati in modo banale, nonostante alcune scene che sembrano essere imposte dalla linea Marvel-Disney, e spalmati su due linee narrative ben distinte ma allo stesso tempo coerenti fra loro in grado di approfondire molto la psicologia di tutti i personaggi.

Tutto questo inserito in un contesto altamente adrenalinico con grandiose scene d’azione ancora una volta dirette magistralmente da James Gunn anche grazie ad un comparto tecnico ed effettistico di prim’ordine che colpisce lo spettatore ma senza distrarlo dall’azione dei personaggi.

Un film consigliato sia ai fan della fantascienza sia a quelli dell’universo Marvel, ma anche a coloro che semplicemente amano il cinema e cercano qualcosa di diverso all’interno del panorama blockbuster hollywoodiano.

Appassionato di cinema sin da quando la sorella gli fece scoprire il folle e straordinario mondo di Quentin Tarantino. Di lì in poi la passione cresce sempre di più sino a fargli frequentare e concludere con successo la laurea triennale in DAMS nell'ateneo di Bologna. Appassionato di cinema e divoratore di serie TV di qualsiasi genere e nazionalità, con una predilezione nei confronti del Western, soprattutto italiano, e dell'horror. Ha anche un canale youtube nominato Underground Cult Production dove pubblica recensioni e live con registi dell'ambiente artistico underground italiano.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Alessio Balbi

Appassionato di cinema sin da quando la sorella gli fece scoprire il folle e straordinario mondo di Quentin Tarantino. Di lì in poi la passione cresce sempre di più sino a fargli frequentare e concludere con successo la laurea triennale in DAMS nell'ateneo di Bologna. Appassionato di cinema e divoratore di serie TV di qualsiasi genere e nazionalità, con una predilezione nei confronti del Western, soprattutto italiano, e dell'horror. Ha anche un canale youtube nominato Underground Cult Production dove pubblica recensioni e live con registi dell'ambiente artistico underground italiano.

Leggi anche

Whiplash: trailer e recensione
Cinema & serie TV

Whiplash: trailer e recensione

21 Gennaio 2021
Recensione di Whiplash, film di successo disponibile in streaming su Netflix, diretto da Damien Chazelle, con J. K. Simmons
Contents.media