×

Lo stelo della mia pianta è debole

default featured image 3 1200x900 768x576

Ci possono essere diverse cause che riguardano gli steli deboli delle piante. Alcune di loro hanno una tendenza naturale a crescere floscie e striscianti. Le piante che sono dotate di steli dritti e robusti quando sono in salute, possono sviluppare degli steli deboli se crescono in condizioni non adeguate per la loro specie.

Le cause principali degli steli deboli nelle piante sono la poca luce e un’annaffiatura non corretta.

weak stem

Le piante dotate per natura di steli deboli
Alcune piante posseggono per natura degli steli deboli anche se sono sane e crescono con le giuste quantità di luce e acqua per la loro specie.

La Tradescantia è un esempio di una pianta con degli steli flosci e deboli per natura. Le piante che sono capaci di produrre le radici lungo il proprio stelo (radici occasionali), hanno spesso degli steli cadenti perchè quando la pianta tocca il suolo, fa crescere le sue radici. Questo punto di contatto tra la pianta e il suolo è un vantaggio per la pianta stessa.

L’elongazione dello stelo dovuta all’insufficineza di luce
Le piante cresciute con una quantità di luce ritenuta insufficiente per il tipo specifico saranno caratterizzate con molta probabilità da una crescita debole con steli lunghi.

In questo contesto la nuova ricrescita sarà di un verde più chiaro rispetto a quando la pianta riceve la luce di cui ha bisogno. La parte dello stelo che si trova tra le foglie (internodes) sarà allungata e debole, dando l’illusione che la pianta abbia più steli che foglie. Il motivo che provoca l’allungamento degli steli è legato al fatto che la pianta cerca di crescere verso il sole o altre fonti di luce.

L’afflosciamento dovuto alla mancanza d’acqua
Le piante non legnose si mantengono dritte e rigide grazie alla pressione che viene creata dall’acqua nelle loro cellule. Quando la pianta non riceve acqua sufficiente le sue cellule iniziano a perdere la loro turgidità e gli steli sembrano indebolirsi nel momento in cui la pianta si affloscia. Se la pianta viene annaffiata subito dopo il suo decadimento, la pressione all’interno delle cellule viene ripristinata. I sintomi di afflosciamento sono dovuti alla diminuizione della pressione interna e gli effetti dell’indebolimento dovuto alla ruggine (un tipo di malattia tipica delle piante) sono molto simili.

Gli steli deboli dovuti ad una eccessiva annaffiatura
Una eccessiva annaffiatura è una delle cause più frequenti che provocano l’indebolimento degli steli, e ciò vale in particolar modo per le piante che hanno bisogno di poca luce e per quelle che sono resistenti alla siccità. Le piante rampicanti (Sansevieria), per esempio, perderanno la loro tendenza ad una crescita rigida e fiorente e cederanno subito dopo, se vengono innaffiate troppo. Anche il sistema delle radici viene colpito dall’eccessiva annaffiatura, e la putrefazione della radice è una delle possibili cause della debolezza della pianta. Le piante cresciute in contenitori che non sono provvisti di fori per il drenaggio ben presto mostreranno i segni di una eccessiva annaffiatura.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora