Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Loving Vincent: trama, personaggi e streaming
Lifestyle

Loving Vincent: trama, personaggi e streaming

Loving Vincent

Interamente dipinto su tela, il film racconta in maniera originale Van Gogh, Una storia costruita sui quadri. La sua arte in una pellicola straordinaria.

Loving VincentLoving Vincent
Film d’animazione britannico-polacco, diretto da Dorota Kobiela e Hugh Welchman, “Loving Vicent” è stato distribuito nei cinema italiani per tre giorni, dal 16 al 18 ottobre 2017, durante i quali ha rappresentato il 50% degli incassi totali di tutti i cinema italiani. Proiettato in 283 sale, di cui tantissime in sold out, “Loving Vicent” (premio del pubblico al Festival d’Annecy) è stato il film evento più visto di sempre in Italia, con oltre 130 mila spettatori e più di 1.200.000 € riscossi. Chi l’ha perso potrà recuperarlo assistendo alla replica in programma per il 20 novembre. Unico nel suo genere perché è interamente dipinto su tela, rielaborando oltre mille dipinti per un totale di più di 65.000 fotogrammi realizzati da 125 artisti provenienti da varie parti del mondo. La tecnica maggiormente utilizzata è stata il rotoscope e di alcuni quadri sono state aggiunte parti scambiando il giorno con la notte, il tempo meteorologico e le stagioni.

Trama, personaggi ed anticipazioni

Loving Vincent
Distribuito da Nexo Digital e Adler Entertainment, in “Loving Vincent” rivive il genio creativo di Van Gogh in un magico ed elegante esperimento.

La storia prende il via dai giorni che seguirono la morte dell’artista olandese nel tentativo di rivelarne il tormento interiore e quel genio creativo che lo portò a realizzare in appena dieci anni di attività alcuni tra i più celebri capolavori dell’arte moderna. Estate del 1891. Un giovane di nome Armand Roulin viene incaricato dal padre, il postino Joseph, di consegnare l’ultima lettera di Van Gogh all’amatissimo fratello Theo. Armand parte per Parigi contrariato per un vecchio screzio avuto con il pittore. In seguito alla dipartita del collega Gaugain a causa dell’ennesima lite furibonda, Van Gogh si tagliò un orecchio e lo inviò ad una prostituta. All’atto di follia seguì un suo breve internamento in un manicomio locale. Ma dopo aver scoperto che Theo Van Gogh è morto poco dopo il fratello, cui era legatissimo, Armand si appassiona sempre più alla sua storia fino a giungere al piccolo villaggio di Auvers-sur-Oise, dove Vincent trascorse le sue ultime settimane di vita.

In “Loving Vincent” il pittore rimane una presenza sfuggente, specie quando la pellicola assume sempre più le sembianze di un giallo indagando sulla sua morte che potrebbe non essere stata un suicidio come riportato sui libri di storia.

Luoghi ripresa e colonna sonora

Loving Vincent
La colonna sonora del primo oil paintend movie “Loving Vincent” è opera di David Wingo, compositore noto per Lo spaventapassere (2011), Mud (2012) e All the Real Girls (2003). Gli ideatori della pellicola hanno impiegato quattro lunghi anni per realizzarla reclutando gli artisti in tutto il mondo tramite un annuncio su Internet diventato immediatamente virale.

Trailer del film

Il cast completo

Loving Vincent
“Loving Vincent” è un’opera prima recitata da attori, poi trasformata in film d’animazione In altre parole gli attori, quindi, che hanno assunto i ruoli dei protagonisti dei quadri di Van Gogh, sono poi stati ri-trasformati in quadri. Il risultato è che a raccontarci della vita del pittore sono i suoi personaggi. Uno in particolare, Armand Roulin (recitato da Douglas Booth), figlio del postino barbuto Joseph Roulin (Chris O’Dowd), con il suo soprabito giallo ed il cappello a falda larga.

Robert Gulaczkyk è Vincent van Gogh, doppiato in Italia da Gianfranco Miranda, e Piotr Pamula interpreta Paul Gauguin (voce italiana affidata a Emilio Mauro Barchiesi). Fanno parte del cast del lungometraggio anche Saoirse Ronan, Aidan Turner, Helen McCrory ed Eleanor Tomlinson.

Chi è il regista?

Loving Vincent
Costruire una storia a partire dai quadri. Per farlo i registi Dorota Kobiela e Hugh Welchman (che nel 2008 ha vinto il premio Oscar con “Pierino e il lupo) si sono serviti di circa ottocento lettere scritte e ricevute da Van Gogh. “La prima volta che le ho lette” – ricorda la regista – “avevo sedici anni. Ne sono rimasta subito affascinata e colpita: tutte le sue ansie, le sue preoccupazioni erano lì”. Gli scritti e i dipinti sono dunque ciò che resta, quello che sopravvive all’uomo e che ci racconta dell’uomo. Ed è lo stesso Van Gogh a dircelo: “Possiamo parlare soltanto attraverso i nostri quadri”.

Come vederlo in streaming

Loving Vincent
Per chi volesse vedere il film “Loving Vincent” comodamente a casa propria è possibile ricorrere ai sistemi di streaming legale come la Tv on line completamente gratuita VVVVID, con una libreria che comprende oltre 200.000 video di elevata qualità con più di 300 nuovi inserimenti ogni giorno, o ad Infinity, il servizio online lanciato di Mediaset per guardare (e scaricare) film di ogni genere ed epoca, serie TV cartoni animati e show televisivi da una vasta gamma di device.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche