Manager cerca moglie: la ricompensa a chi gli trova l'anima gemella è di 10 mila dollari
Manager cerca moglie: la ricompensa a chi gli trova l’anima gemella è di 10 mila dollari
Style

Manager cerca moglie: la ricompensa a chi gli trova l’anima gemella è di 10 mila dollari

manager cerca moglie

Joe Cohen, giovane manager di 30 anni offre una sostanziosa ricompensa di ben 10 mila dollari a colui che gli presenterà l’anima gemella

Chi non ha visto il film “Il Principe cerca moglie”? I tempi si sono fatti più moderni e al posto di un principe ora abbiamo un manager cerca moglie. Joe Cohen, trent’enne all’apice della sua carriera, offre 10 mila dollari a colui che gli presenterà l’anima gemella. Avendo poco tempo per cercarsela da solo, ha sperimentato questa soluzione creativa e un po’ strana per trovare una compagna.

Manager cerca moglie

Il tempo è denero. Quante volte abbiamo sentito ripetere queste parole? Forse è quello che ha pensato Joe Cohen, giovane trent’enne originario della California. Il giovane, manager di un’importante azienda, è alla ricerca di una ragazza che lo faccia innamorare e si è dato al web per trovarla. “Non sono molto fortunato con le donne e negli ultimi tempi non ho molte possibilità di uscire con gente nuova” – spiega Joe Cohen nel suo annuncio – “Vivo nel sud della California e, per lavoro, frequento ambiti sociali molto ristretti.

Inoltre, nel nostro ambiente è malvisto che un manager esca con una sua impiegata”.

Sarà per questo motivo che Joe ha promesso una ricompensa a colui che presenterà l’anima gemella.

I requisiti della donna ideale

Il premio di 10 mila dollari è allettante, ma la ricerca dell’anima gemella si preannuncia complicata. Il giovene manager ha fatto sapere che la sua donna ideale deve avere dei requisiti ben precisi. Deve essere bella, intelligente, educata, stabile e di mentalità aperta. L’altezza non deve essere superiore a 1,75 metri e l’età compresa tra i venti e i trenta anni. Inoltre, la sua anima gemella non deve avere figli e deve essere di religione ebraica.

«Non sono un grande praticante, ma vengo da una famiglia ebrea di origine europea e questo è il mio background culturale» – spiega Joe nell’annuncio – «Mi ritengo una persona amabile, intelligente, aperta e tollerante. Mi piace il trekking e adoro viaggiare.

Sto provando a vedere se una mossa del genere possa funzionare; in caso positivo, l’investimento di 10mila dollari potrebbe rivelarsi il miglior affare della mia vita».

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche