×

Maneskin, arriva la risposta di Damiano agli insulti ricevuti dopo il fuck Putin: “Benvenuti in Italia”

Dopo il concerto dei Maneskin e il fuck del frontman a Putin, sui social sono nate delle diatribe: Damiano risponde così alle critiche.

Maneskin, Damiano risponde agli insulti social dopo il “fuck Putin": «Benvenuti in Italia»

Conclusosi il concerto dei Maneskin, a seguito del fuck del frontman Damiano a Putin per la guerra in Ucraina, sono nate numerose critiche sui social. Infatti, Damiano ha subito una serie di insulti e ha poi deciso di pubblicarli in una storia su Instagram.

le critiche su instagram

La risposta di Damiano alle critiche su Instagram

La sua risposta è stata al quanto pungente, ma al contempo molto sintetica: “Benvenuti in Italia”.

le critiche su instagram

Il fuck Putin durante il concerto 

I Maneskin hanno piano piano conquistato il mondo e dal palco del Coachella Festival in California hanno deciso coraggiosamente di mandare un messaggio ben diretto a favore della pace e dell’Ucraina, ponendosi quindi contro Putin. Tutto ciò si è manifestato durante l’esibizione di Gasoline, dove Damiano ha poi urlato:

“Ucraina libera, f..k Putin”.

C’è chi ha definito Damiano un pagliaccio e chi ha insultato l’intera band:

“Una band di pagliacci costruiti non veri per un popolino ignorante. Fuck Maneskin”.

La critica di Chef Rubio

A posizionarsi contro la band c’è anche Chef Rubio:

“In Palestina ci sarebbero pure persone dalle gambe più belle delle tue Damià, è che je sparano e quindi al massimo ne hanno una visto che di solito per come è ridotta l’altra la devono amputare. Grr quanto siete ribelli cazzo. Sarebbe bello che i Maneskin, vista la visibilità che hanno, scrivessero e cantassero una canzone per Gaza, per la Palestina e invitassero a boicottare sotto tutti i fronti Israele”.

Contents.media
Ultima ora