Marco Baldini sui Casamonica: “Niente ricatti né usura"
Marco Baldini sui Casamonica: “Niente ricatti né usura”
Cronaca

Marco Baldini sui Casamonica: “Niente ricatti né usura”

Marco Baldini
Marco Baldini

A seguito del blitz contro i Casamonica a Roma, una delle presunte vittime è Marco Baldini: l'ex presentatore sminuisce il suo coinvolgimento

Da Marco Baldini a Luciano Zeffirelli, uno dei due figli adottivi del noto regista Franco. Secondo le prime ricostruzioni, ci sono dunque anche nomi di personaggi noti tra le vittime dell’usura di Consiglio e Rocco Casamonica. L’ex spalla radiofonica di Fiorello, oltre a essere noto al grande pubblico per le sue conduzioni, è noto anche per il suo tormentato rapporto con il gioco d’azzardo. Baldini non ha mai negato il fatto di essere entrato in una spirale senza via d’uscita. Spesso ha raccontato anche in tv di essersi indebitato e che, in qualche occasione, avrebbe persino tentato il suicidio preso dalla disperazione.

Evidentemente il suo malessere fisico e soprattutto psicologica risiedeva nel fatto che si fosse rivolto alle persone sbagliate. Nell’ordinanza firmata dal procuratore aggiunto Michele Prestipino, si capisce bene come il conduttore fosse entrato nel mirino della famiglia Casamonica. Baldini, del resto, era considerato dal clan in “debitore in solido” con Enrico Migliarini.

Per un prestito di diecimila euro richiesto da presentatore, in particolare, il clan pretendeva un interesse del 600% da restituire in sei anni. Dunque dai diecimila euro iniziali, il clan pretendeva un ritorno di circa 600mila euro. Migliarini, in poche parole, aveva fatto da tramite, ma aveva anche prestato dei soldi a Baldini per tentare di limitare i danni con i Casamonica.

“Mi sono rotto di pagare per Marco”

“Mi sono rotto di pagare per Marco, devi sentire lui”. In una intercettazione si legge come Migliarini abbia la responsabilità di aver presentato Marco Baldini a Consiglio Casamonica, meglio noto come Simone. Quest’ultimo non vuole sentire ragioni: “Ma è colpa mia se mi hai presentato quel cane?”. Il debito di Baldini andava pagato in ogni caso. Ma Marco prende tempo, chiede altri giorni e prova a rassicurare Simone, che ha il ruolo di tenere a bada il clan. “Io ho un debito verso di te, tu mi hai fatto quella cortesia e ci si deve vedere”. Così temporeggiava il conduttore radio.

Marco Baldini cercava poi di spiegare a Simone di non poter onorare il debito. “Cioè io non so cosa fare, non posso più campare, sono assediato da 20 persone, a tutti ho detto di aspettare un pò, nessuno aspetta”. Baldini prosegue poi dicendo di aver firmato un nuovo contratto di lavoro. “Mi ha detto: Non me ne frega un caXXo, trovali. Io più di così non posso fare, proprio non ce la faccio. Non sto parlando di te, ero assediato. Non fila più nessuno e mi vengano tutti addosso”. Al che la replica di Casamonica: “Lo so, quello che potevo l’ho fatto, mica posso darli io”. Baldini infine conclude dicendo che se si tratta di poca roba, la settima seguente avrebbe saldato una parte del debito. “Tipo 3 mila, 4 mila, 5 mila posso anche avere la prossima settimana, ma di più non riesco”.

Tra le vittime anche Zeffirelli

Tra le vittime di usura del gruppo c’è anche uno dei figli di Franco Zeffirelli. Simone concede finanziamenti anche a Luciano. Rocco Casamonica, invece, lo fa addirittura da sorvegliato speciale, sempre con le solite minacce. A lui per 20mila euro prestati applica un tasso annuo del 30%. I componenti del clan Casamonica, pur tra qualche eccezione, non hanno avuto bisogno di usare violenza. Solo il nome della famiglia era sufficiente a ottenere rispetto e a incutere timore nelle vittime, come appurato dai Carabinieri di Roma.

Baldini sminuisce

“Voi siete matti, non è accaduto nulla”. Il giorno seguente il blitz delle forze dell’ordine contro il cosiddetto clan dei Casamonica a Roma, Marco Baldini ha però sminuito l’accaduto. Ha in sostanza ridotto a un semplice favore il prestito che Consilio Casamonica gli avrebbe fatto, cambiandogli un assegno da diecimila euro. “Con me si è comportato da amico, a differenza di altre persone”. Così ha affermato, nonostante l’intercettazione, l’ex storica spalla di Fiorello al giornalista di un noto quotidiano nazionale che lo ha intervistato quest’oggi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora