×

Memorie USB da acquistare sul web: le migliori

Condividi su Facebook

Forse non sono più l'ultima frontiera delle memorie di massa, ma le memorie USB rimangono uno strumento tanto utile quanto diffuso, in casa come in ufficio.

Le memorie USB sono ancora attuali?

Con l’irruzione sul mercato della (relativamente) nuova tecnologia SSD, è inevitabile domandarsi se e quanto le vecchie memorie USB siano attuali nel panorama della dotazione tecnologica dei nostri computer domestici (o anche di quelli da ufficio). Ebbene, in un certo senso, la risposta non è mai stata così prepotentemente affermativa, principalmente per un motivo. L’entrata nel mercato al dettaglio delle SSD ha determinato un vistoso quanto repentino abbassamento dei prezzi delle memorie USB, considerate ormai una tecnologia quasi sorpassata. E di questo downgrade di fatto non possono che giovarsi le tasche dei consumatori.

Una tecnologia (comunque) in crescita

In realtà, parlare di downgrade per le memorie USB appare quantomeno ingeneroso nei confronti di una tecnologia che non ha smesso di espandere le proprie potenzialità e che, dati alla mano, rimane ancora oggi una valida – ed economica – alternativa al clouding.

Negli anni, sono migliorate tanto la stabilità quanto la velocità di questi dispositivi, e l’ultima generazione, la cosiddetta 3.0, assicura anche quel quid supplementare di attitudine multitasking che prima mancava, avendo la possibilità di passare senza contraccolpi dai dispositivi domestici a quelli in mobilità. Alte prestazioni e prezzi contenuti: cosa altro chiedere?

Memorie USB in vendita su Internet

Ovviamente, è soprattutto la tentacolare rete telematica a offrire le occasioni migliori. L’importante è dirigere i propri acquisti verso portali certificati e sicuri come Amazon o altri, e diffidare delle offerte troppo allettanti. Perché, se da un lato è vero che i prezzi di questi dispositivi sono, senza mezzi termini, crollati, è altrettanto vero che le cose di qualità non vengono regalate, e giocare eccessivamente al risparmio potrebbe portare in casa vostra un prodotto scadente o, peggio ancora, scaduto, nel senso di troppo vetusto per essere utilizzato al massimo delle possibilità.

Parametri d’acquisto

In questo senso, nell’acquistare una memoria USB, facciamo sempre attenzione alla tecnologia utilizzata e alla velocità di trasferimento dati: se si tratta di una USB versione 3.0, nessun problema, per le 2.0 tenete d’occhio le velocità di trasferimento (in input e output, se specificato): velocità inferiori ai 120 MB/s in lettura sono da scartare a priori, o quasi.

Anche il plugging è fondamentale: una buona USB, oggi, si adatta ai plug di tipo A (quelli comunemente in uso nei PC), B (li usano molti laptop o Mac, ma anche hard disk esterni) o C (compatibili anche per smartphone).

Altri suggerimenti

Infine, non lasciatevi troppo condizionare dalla capienza delle unità USB. Questi dispositivi, infatti, sono in genere utilizzati come supporti “transitori” per trasferire dati offline da un device all’altro. Per archiviare grossi quantitativi di dati, invece, si ricorre più frequentemente – e correttamente – agli hard disk esterni. Pertanto, dotarsi di una pendrive da oltre 60 GB ha un’utilità relativa, a meno che non facciate un uso particolare di questi dispositivi. Detto ciò, nelle righe che seguono vi proponiamo una piccola guida all’acquisto degli esemplari migliori di memorie USB.

– Lexar JumpDrive S45 128 GB

Uno dei best buy del momento, senza mezzi termini né possibilità di negoziazione.

Una chiavetta USB di terza generazione, con 128 GB di spazio memoria interno e una velocità di trasmissione dei dati da 150 MB/s in lettura e 45 MB/s in scrittura. Dimensioni estremamente contenute, forse persino troppo, al punto che conviene corredarla di un laccetto e/o assicurarla bene a qualche supporto per non perderla.

– Toshiba Hayabusa Pendrive 32 GB

Si tratta di un device di seconda generazione, dalle prestazioni non elevatissime (velocità in scrittura di 18 MB/S) ma dal prezzo davvero competitivo e dalla capacità più che sufficiente per un utilizzo, diciamo così, flat. L’ideale per uno studente che deve trasferire principalmente file PDF e Word, o al massimo file video in bassa risoluzione, dalle dimensioni comunque non superiori a un pugno di MB.

Utilissima anche negli uffici, potrebbe essere acquistata in stock di diverse unità, visto il prezzo esiguo.

– SanDisk Ultra Fit 32 GB

Altro dispositivo di terza generazione dalle prestazioni considerevoli (velocità in lettura fino a 130 MB/s) e dal prezzo stracciato. Non lasciatevi trarre in inganno dai “modesti” 32 GB (che per un uso da ufficio bastano e avanzano anche se non siete abituati ad archiviare i dati in essi contenuti tutti i giorni o anche tutte le settimane), con questo device avrete a disposizione un complemento da lavoro affidabile e dalle prestazioni più che considerevoli. Il tutto con un ingombro veramente irrisorio.

– FEBNISCTE 10 pezzi Girevole Penna USB 2.0 16 GB

Uno stock di ben dieci pendrive di seconda generazione da 16 GB di spazio memoria ciascuna. Poc’anzi, si parlava di acquisti in stock per uffici et similia: ecco la soluzione ideale, a un prezzo che definire all’ingrosso è un gentile eufemismo. Velocità di trasmissione dati non trascurabile, dimensioni compatte e il simpatico benefit di una gamma di colori – uno diverso per ciascun dispositivo – tanto vivace quanto utile (suggerimento: un colore per ogni categoria di documenti archiviati).

– SanDisk Cruzer Ultra Flair Penna Flash 32 GB

Ancora dalla multinazionale con sede negli Stati Uniti, un dispositivo di terza generazione dall’elegante linea smussata e dal bel colore argento. Ma anche in questo caso sono le prestazioni a fare la differenza. I 150 MB/s di velocità di trasferimento consente di copiare un film in HD in un pugno di secondi: una bella comodità, unita a un prezzo, tanto per cambiare, davvero irrisorio.

– Toshiba THN-U202L0160E4

In questo caso, il punto di forza di questo dispositivo di fascia economica della multinazionale con sede in Giappone non sono tanto le prestazioni, assolutamente nella media per un prodotto di seconda generazione, bensì il prezzo. Parliamo, ancora una volta, di un device prettamente “da ufficio”, utile per l’archiviazione e/o il trasferimento di documenti digitali di pezzatura non troppo grande. Ma di questa qualità, a meno – e non parliamo di qualche centesimo in meno – di dieci euro, non se ne trovano tanti in giro.

– Kingston DTIG4 DataTraveler 32 GB

Una considerevole memoria Flash di terza generazione da 32 GB, dalle prestazioni più che ragguardevoli e al tempo stesso un prezzo mediamente contenuto. Linee essenziali, materiali cheap e una certa resistenza a urti e schiacciamenti.

– Lexar JumpDrive S75 64 GB

Ancora Lexar protagonista in questa speciale rassegna. Non è un caso: l’azienda con sede in California è tra le realtà rampanti del settore. Questo device di terza generazione offre prestazioni elevate soprattutto dal punto di vista della velocità. Inoltre presenta un interessante sistema di protezione dei dati, basato sul software EncryptStick Lite, che offre la possibilità di criptare i contenuti della pendrive, rendendoli disponibili solo a chi possiede la chiave per accedervi.

– SanDisk iXpand USB 3.0

La memoria USB ideale per iPhone e iPad, costruita apposta per funzionare con dispositivi griffati Apple. Tra i non trascurabili benefit di cui gode, una funzione che offre la possibilità di registrare video direttamente sulla memoria e la creazione automatica di backup di qualsiasi tipo di documento presente sul dispositivo di telefonia mobile.

– Verbatim 49064 32 GB

Solida memoria USB prodotta dall’azienda con sede nella North Carolina: generazione 2.0, piccola e leggera, anche in virtù dei materiali di risulta che la rivestono. Quello che conta, d’altronde, è all’interno, e la tecnologia è di primissimo ordine.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche