Morta senza conoscere la verità la mamma di Ilaria Alpi
Morta senza conoscere la verità la mamma di Ilaria Alpi
News

Morta senza conoscere la verità la mamma di Ilaria Alpi

mamma di Ilaria Alpi
mamma di Ilaria Alpi

E' morta all'età di 85 anni Luciana Alpi, la mamma di Ilaria uccisa in un agguato a Mogadisco nel 1994 assieme al collega Miran Hrovatin.

E’ morta all’età di 85 anni Luciana Alpi. Senza essere riuscita a conoscere la verità sull’omicidio della figlia Ilaria. La giornalista inviata del Tg3 è stata uccisa con il collega Miran Hrovatin in un agguato a Mogadiscio, il 20 marzo del 1994. Luciana non ha mai creduto alla versione ufficiale, che parla di un semplice sequestro finito nel sangue. Dietro la morte di Ilaria Alpi troppe contraddizioni e false testimonianze. E solo cinque giorni fa la Procura di Roma ha chiesto nuovamente l’archiviazione del caso.

Morta la mamma di Ilaria Alpi

Si è arresa dopo 24 anni di battaglie Luciana, la mamma di Ilaria Alpi. Luciana Alpi, 85 anni, soffriva da tempo di numerose parologie. Cinque giorni fa l’aggravarsi delle sue condizioni. Proprio mentre la Procura di Roma chiedeva nuovamente l’archiviazione dell’inchiesta sull’omicidio di Ilaria Alpi e di Miran Hrovatin. Luciana viene quindi ricoverata presso la clinica romana Ars Medical.

I medici le hanno diagnosticato un problema al cuore e hanno deciso di operarla per inserirle un pace maker.

La situazione però è precipitata e Luciana Alpi è morta nella serata di martedì 12 giugno. Ad annunciare la scomparsa della mamma di Ilaria Alpi il giornalista Andrea Vianello. Ieri su Twitter ha scritto: “È morta Luciana Alpi. Non hai mai smesso di lottare per la verità e la giustizia per Ilaria. Era una combattente piena di dolore ma anche di forza e di dignità. – ricordando – Le volevo bene e l’Italia le deve ora ancora di più l’individuazione degli assassini di sua figlia e dei loro mandanti”.

Nel 2010 era morto il marito di Luciana, Giorgio Alpi, all’età di 86 anni. “In questi sedici anni Giorgio ha combattuto sempre al fianco di Luciana per arrivare alla verità e alla giustizia sulla morte della loro unica figlia. Verità e giustizia che purtroppo ancora non ci sono” ricordava all’epoca in una nota l’Associazione Ilaria Alpi.

Nel 2014 Luciana aveva chiesto però di “porre termine ad iniziative quali il Premio Alpi, di cui – aggiungeva – non è più ravvisabile alcuna utilità”. Un anno fa aveva invece deciso di non frequentare uffici giudiziari e di non promuovere nuove iniziative in ricordo della figlia.

La richiesta d’archiviazione

“Con il cuore pieno di amarezza, come cittadina e come madre ho dovuto assistere alla prova di incapacità data, senza vergogna, per ben ventitré anni dalla Giustizia italiana e dai suoi responsabili, davanti alla spietata esecuzione di mia figlia Ilaria e del suo collega Miran Hrovatin” spiegava Luciana Alpi. “Al dolore si è aggiunta l’umiliazione di formali ossequi da parte di chi ha operato sistematicamente per occultare la verità e i proventi di traffici illeciti” aggiungeva.

Ed infatti solo cinque giorni fa la Procura di Roma ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta sull’uccisione di Ilaria e Miran. Al vaglio c’erano alcune intercettazioni di conversazioni tra cittadini somali, residenti in Italia.

Nelle intercettazioni, che risalgono al 2012, i due somali affermano che Ilaria Alpi “l’hanno uccisa gli italiani”. Ma per il pm queste dichiarazioni sono “irrilevanti” perché non rappresentano “uno spunto solido per avviare nuovi accertamenti”. Sarà il gip, nei prossimi giorni, a decidere sull’archiviazione.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche