×

Morto Alessandro Talotti: l’ex altista italiano portato via da un tumore

Lutto nel mondo dell'atletica italiana: si è spento Alessandro Talotti, ex altista di Udine morto dopo una lunga lotta contro un tumore.

morto alessandro talotti

Lutto nel mondo dell’atletica leggera italiana: è morto all’età di 40 anni Alessandro Talotti, ex altista di Udine, finalista alle Olimpiadi di Atene. Dopo una lunga lotta, si è arreso a un tumore. Lascia la moglie Silvia e il figlio Elio, nato a ottobre 2020.

Morto Alessandro Talotti: lutto nell’atletica italiana

Un grave lutto ha colpito il mondo dell’atletica friulana, ma soprattutto italiana: si è spento nella notte di sabato 15 maggio 2021 Alessandro Talotti, ex altista di Udine, tra i più grandi della storia italiana.

Finalista delle Olimpiadi di Atene e qualificatosi per quelle di Pechino, l’atleta friulano si è dovuto arrendere dopo una lunga lotta contro un tumore. Lascia la moglie Silvia Stibilj, campuonessa di pattinaggio e il piccolo Elio, nato a ottobre del 2020.

Morto Alessandro Talotti: l’ultima intervista

Lo scorso novembre 2020 al Corriere della Sera Talotti aveva rilasciato delle dichiarazioni importanti, perché dichiarava di voler contonuare a lotatrev e vivere per la sua famiglia: “I medici mi chiedevano ogni volta se me la sentivo di affrontare un nuovo ciclo di chemio. Io rispondevo di sì. Se la tua vita è stata superare un’asticella a due metri e venti, il tuo corpo diventa così sensibile da percepire e amplificare anche il minimo fastidio.

Il lavoro che il saltatore fa su se stesso è annullare quel dolore, risparmiare le forze e trovare segnali positivi in altre parti del corpo sottraendo energia alla negatività. Non ho mai mollato, ho superato anche gli incubi prima di entrare in sala terapie, uguali a quelli irrazionali che ti vengono di fronte a un’asticella troppo alta e ti paralizzano“.

Morto Alessandro Talotti: il cuore a Udine

Nonostante il suo record personale di 2.30 metri outdoor e 2.32 indoor, Talotti è sempre rimasto umile molto legato alla sua città, Udine.

Fece il suo esordio nel mondo dell’atletica alal Libertas Udine, poi il passaggio al centro sportivo dei carabinieri, per poi tornare da campione e olimpionico in Friuli con la famiglia.

Non solo l’atletica, Aessandro Talotti era stato impegnatao anche in politica, sia federale come consuigiere della Fidal che in quella amministrativa. Nel 2018 si era candidato con la lista “SiAmo Udine” alle comunali a sostegno del sindaco Vincenzo Martines. Da buon friulano, non poteva che tifare all’Udinese come squadra di calcio.

Contents.media
Ultima ora