×

Morto Federico Lugato: ritrovato senza vita il corpo dell’escursionista scomparso da 18 giorni

Era scomparso in montagna in Val di Zoldo lo scorso 26 agosto: dopo 18 giorni Federico Lugato è stato ritrovato senza vita.

Federico Lugato ritrovato

La moglie era sicura di poterlo presto riabbracciare, confidando: Non voglio neppure pensare al peggio. Devo credere che lui sia ferito e che ci stia aspettando: lo troveremo”. Tuttavia, il tragico ritrovamento spegne ogni speranza. Federico Lugato è stato ritrovato senza vita

Federico Lugato, l’escursionista ritrovato senza vita

Lo scorso 26 agosto Federico Lugato aveva intrapreso un’escursione in solitaria, in Val di Zoldo. Dopo 18 giorni il suo corpo, ormai senza vita, è stato trovato dal Soccorso Alpino, attualmente impegnato nel recupero della salma. Solo cinque giorni prima, la prefettura di Belluno aveva deciso di sospendere le ricerche, le quali proseguivano da 12 giorni.

A confermare la triste notizia è la moglie, che a lungo ha chiesto aiuto affinché Federico potesse essere ritrovato.

Federico Lugato ritrovato morto, la conferma

Dopo il ritrovamento del corpo di Lugato da parte del Soccorso Alpino, la conferma è arrivata da un’amica di famiglia.

Sono stati giorni intensi, difficili e non privi di dolore. Dopo giorni in cui le ricerche proseguivano senza sosta, “abbiamo ritrovato Federico morto nell’area dove lo avevamo cercato per tanti giorni. Purtroppo è andata così, ma 18 giorni sono lunghi”, fa sapere l’amica della vittima.

Federico Lugato ritrovato senza vita, la scomparsa

Di Federico Lugato, maestro di 39 anni originario di Trivignano (Venezia) ma residente in provincia di Milano, si erano perse le tracce la mattina del 26 agosto. Era partito da Pralongo ed era diretto alla baita Angelini, a 1680 metri di quota. Tuttavia, il 39enne non è mai riuscito a raggiungere la sua destinazione.

Gli inquirenti hanno escluso l’ipotesi di un’aggressione o di allontamentamento volontario, temendo da subito si trattasse di un incidente.

Contents.media
Ultima ora