×

Attacco alla metro di New York, l’assalitore in un video: “Volevo vedere le persone morire”

Frank James, sospettato per la sparatoria in metropolitana a New York, ha parlato apertamente in un video condiviso sui social network.

Frank James

Frank James, l’uomo di 62 anni sospettato per la sparatoria in metropolitana a New York, ha condiviso sui social network alcuni video, in cui ha rilasciato delle dichiarazioni scioccanti.

New York, assalitore in un video: “Volevo vedere le persone morire”

Frank James, l’uomo di 62 anni sospettato per la sparatoria in metropolitana a Brooklyn, ha condiviso diversi video sui social network, con dichiarazioni molto pesanti. “Volevo vedere le persone morire immediatamente davanti alla mia fottuta faccia” ha dichiarato, raccontando che i medici gli hanno diagnosticato il disturbo post-traumatico da stress. “Ho fatto un sacco di ca….e in cui posso dire che volevo uccidere le persone” ha aggiunto l’assalitore, nell’ultimo video caricato l’11 aprile, sottolineando di non voler finire “in nessun fottuto carcere“.

Frank James: Sto innescando molti pensieri negativi”

In un altro video che è stato condiviso a marzo, il 62enne ha affermato “sto tornando nella zona di pericolo, per così dire, e sto innescando molti pensieri negativi“. L’uomo ha spiegato di soffrire di un grave caso di disturbo da stress post-traumaticodopo tutto quello che ho passato nel corso degli anni“. James non ha spiegato nei dettagli cosa abbia provocato il disturbo psicologico e ha spiegato di avere dei problemi di salute mentale e di essere stato paziente in alcune cliniche di New York.

Dopo essere andato a chiedere aiuto, l’uomo ha dichiarato di esserne uscito con più problemi. In altri video, l’uomo ha dichiarato che “i bianchi guardano i neri come schiavi e non dovrebbero avere alcun contatto tra loro“. Sul suo profilo Facebook ha usato diversi termini razzisti per indicare il popolo messicano e ha minacciato di sparare ad un uomo che era convinto avesse fatto qualcosa di sbagliato nei suoi confronti.

Contents.media
Ultima ora