×

Obbligo vaccinale, quali sono i Paesi dove è stato già introdotto?

Obbligo vaccinale è una misura per prevenire una nuova diffusione del Covid che è allo studio anche in Italia. Ecco i Paesi dove è già stato introdotto.

Vaccino

L’obbligo vaccinale, una misura che già rischia di essere osteggiata da una fetta non indifferente della popolazione italiana, è allo studio delle autorità politiche. Vediamo come funziona e in che Paesei del mondo è già stata introdotta.

Obbligo vaccinale: cos’è

L’obbligo vaccinale è una misura che punta a prevenire un nuovo propagarsi del Coronavirus e delle sue varianti.

L’obbligo è già attivo per alcune catogorie lavorative, soprattutto quelle a contatto con un gran numero di persone (come il personale scolastico) o un gran numero di persone già ammalate o con altre patologie (come il personale sanitario).

Adesso però è allo studio l’ampliamento dell’obbligo vaccinale ad altre categorie, una delle quali coloro i quali lavorano in bar e ristoranti, fino a giungere alla vaccinazione dell’intera popolazione.

Obbligo vaccinale: dove è già stato introdotto

Sono solo quattro i Paesi del mondo in cui l’obbligo vaccinale è presente per tutti i loro abitanti.

Questi stati sono Micronesia, Turkmenistan, Tagikistan e Indonesia. Nei primi tre l’obbligo vaccinale per tutti i maggiorenni è stato introdotto a partire da luglio 2021, mentre in Indonesia è attivo dal febbraio 2021, prima ancora che cominciassero le vaccinazioni, pena una multa di 400 euro.

In altri stati l’obbligo vaccinale è previsto solo per alcune categorie. In Arabia Saudita chiunque voglia tornare a lavorare in presenza è obbligato a vaccinarsi; in Francia l’obbligo vaccinale è riservato al personale sanitario e a chi lavora nelle case di riposo, e la stessa cosa vale per il Regno Unito.

Negli Stati Uniti la situazione varia da Stato a Stato, ma in generale chiunque lavori nell’amministrazione pubblica è tenuto a vaccinarsi oppure a mostrare il certificato che attesti di essersi sottoposti a un tampone con esito negativo.

Obbligo vaccinale: la situazione in Italia

Il Ministro della Salute Roberto Speranza sta studiando una nuova proposta di legge che che obblighi a vaccinarsi chiunque svolga un lavoro che porta a essere in stretto contatto con le persone.

Questo comporta che i dipendenti di bar, ristoranti, negozi, palestre, cinema e altri spazi commerciali debbano essere in possesso del Green Card che attesti la loro vaccinazione.

Obbligo vaccinale: dove c’è già in Italia

L’Italia è stato il primo stato europeo ad avere introdotto l’obbligo vaccinale per le persone che lavorano per il servizio sanitario, sia pubblico che privato.

L’obbligo è stato successivamente esteso anche al personale scolastico, pena la sospensione dal lavoro, scatenando non poche proteste da parte dei lavoratori di questo settori contrari al vaccino. Queste persone si sono anche rivolte alla magistratura invocando al loro libertà di decidere o meno di vaccinarsi, ma i giudici hanno confermato l’obbligo vaccinale.

Contents.media
Ultima ora