×

Lavelli cucina: doppia vasca o vasca singola? Valutiamo pro e contro

Tra le problematiche più comuni nella progettazione di una cucina c'è la scelta del lavello, dal formato al rivestimento passando per il numero delle vasche: tutti i consigli utili per non sbagliare.

lavelli cucina: quale segliere
lavelli cucina: vasca doppia o singola

Nel progettare la propria cucina devono essere tenuti in considerazione una serie di fattori importanti sia dal punto di vista pratico che da quello estetico. In passato, infatti, veniva dato maggior rilievo alla funzionalità (che ovviamente non può mancare), mentre oggi anche il design assume un ruolo fondamentale. Tra le problematiche che ci si trova ad affrontare nella progettazione di una cucina c’è la scelta del lavello, non solo in merito al formato e al rivestimento ma anche al numero delle vasche.

Lavello: una vasca o due vasche? Caratteristiche

Il lavello a una vasca prevede un unico e elemento ed è la soluzione ideale quando si ha poco spazio a disposizione oppure se si usa la cucina solo saltuariamente. In commercio esistono lavelli cucina mono-vasca di ogni dimensione ma, per una scelta funzionale, è preferibile optare per quelli di misura standard che permettono di lavare in maniera pratica anche pentole di medie o grandi dimensioni.

Per una scelta più funzionale il lavello cucina mono-vasca dovrebbe essere corredato dal cosiddetto gocciolatoio. Il livello a doppia vasca prevede invece la presenza di due elementi da poter utilizzare per scopi diversi e di sicuro rappresenta la scelta più funzionale anche se implica l’occupazione di spazio. Questo implica che non tutte le cucine possono essere progettate per accogliere un lavello a doppia vasca.

Anche in questo caso è utile la presenza di un gocciolatoio soprattutto per le famiglie numerose. Un compromesso molto valido è rappresentato dai lavelli a una vasca e mezza. Questi si caratterizzano per la presenza di due vasche di dimensioni diverse: una standard e l’altra più piccola. La vasca piccola potrà essere usata per il lavaggio dei cibi mentre quella grande per quello delle stoviglie e, rispetto al modello a doppia vasca, occupa decisamente meno spazio.

Scelte obbligate sulla base degli spazi a disposizione

Nello scegliere tra un lavello con vasca doppia e uno con vasca singola va innanzitutto data rilevanza in merito allo spazio a disposizione. Il piano di lavoro di una cucina, infatti, dovrebbe essere tale da permettere l’inserimento del lavello e del piano cottura lasciando uno spazio sufficiente per permettere all’utilizzatore di svolgere in maniera pratica e comoda le attività quotidiane. Questo impone che, se la cucina non è molto grande e di conseguenza anche la superficie di lavoro è piccola, il lavello da preferire è quello a una vasca. In questo caso diventa però quasi obbligatoria la presenza di un gocciolatoio, per avere un appoggio da usare per le stoviglie, piatti e bicchieri.

La maggior parte delle cucine odierne prevede la presenza di una lavastoviglie che permette di poter scegliere un lavello cucina mono-vasca. Grazie all’elettrodomestico, infatti, il lavello verrà utilizzato solo per sciacquare i piatti che poi andranno inseriti nella lavastoviglie. In questo caso, tuttavia, è preferibile scegliere un lavello non troppo piccolo, optando per la misura standard con una base di sessanta centimetri e una grandezza interna di circa 86 x 50 centimetri. L’assenza di questa implica però una sorta di obbligo a preferire un lavello con doppia vasca tramite il quale sarà possibile lavare le pentole di medie e grandi misure.

Funzionalità o estetica?

Un elemento che influenza la scelta del tipo di lavello da cucina è dettato anche dall’uso che ne viene fatto. Se la cucina viene poco utilizzata perché si è spesso fuori per lavoro, è possibile optare per lavelli cucina mono-vasca, diversamente, vivendo molto la zona giorno, è preferibile avere una cucina funzionale sotto ogni punto di vista, inclusi i lavelli cucina a due vasche.

La funzionalità di un lavello a doppia vasca è infatti maggiore perché permette di svolgere contemporaneamente più funzioni. In primo luogo, per quello che riguarda il lavaggio delle stoviglie e dei piatti, la doppia vasca permette di lavare le vettovaglia in maniera migliore e decisamente più pratica: una vasca sarà usata per insaponare e l’altra per sciacquare. Un altro elemento a favore della funzionalità di un lavello con doppia vasca è dato dalla possibilità di utilizzare i due elementi in maniera diversa: uno per le stoviglie e l’altro per i cibi.

Se si preferisce fare una scelta legata maggiormente all’estetica, il trend del momento, che oggi viene proposto sia dai designer che dai produttori, è quello di optare per un lavello mono-vasca dove però gli spazi sono decisamente allargati. In questo caso, infatti, la vasca viene concepita come una sorta di evoluzione del doppio lavello poiché lo spazio interno è maggiore rispetto a quello standard.

Questa scelta è tipica delle cucine dal taglio moderno che si caratterizzano per forme rettangolari, squadrate e geometriche rispetto a quelle più sinuose delle cucine tradizionali. Per chi ama le cucine moderne ma ha poco spazio a disposizione possono essere scelti dei lavelli mono-vasca dai contorni arrotondati che riescono a essere inseriti anche in posti piccoli senza impattare minimamente sull’aspetto dell’arredo restante.

Lavello mono-vasca e lavello a due vasche: quale scegliere

Quando si ha abbastanza spazio a disposizione non ci troverà nella situazione di dover obbligatoriamente scegliere un lavello piuttosto che un altro. Se quindi lo spazio della cucina è sufficientemente grande per accogliere qualsiasi tipo di lavello la scelta dovrà essere fatta valutando i pro e i contro di ogni modello. I lavelli mono-vasca, soprattutto quelli privi di gocciolatoio, sono esteticamente molto belli. Scegliendo quelli a filo, inoltre, sarà possibile conferire a tutta la cucina un aspetto elegante e raffinato.

La vasca molto grande permette inoltre di lavare con comodità anche pentole di grandi dimensioni ma non rappresenta la soluzione ideale per le famiglie numerose e per quelle che utilizzano molto la cucina (in questo caso, infatti, il lavello servirà non solo per lavare le stoviglie ma anche per lavare i cibi). Il modello di lavello mono-vasca implica inoltre la presenza della lavastoviglie o, in assenza di essa, del gocciolatoio che diventa quindi indispensabile. Il lavello a doppia vasca è di sicuro una scelta più funzionale perché permette di svolgere più attività contemporaneamente. Con un lavello di questo tipo, inoltre, non è necessaria la presenza di una lavastoviglie.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche