×

Lerner “Pericoloso parlare di revoca di cittadinanza per Ousseynou Sy”

"Ousseynou Sy va punito per i suoi reati, ma revocare la cittadinanza non c'entra. Neppure le leggi razziali prevedevano provvedimenti simili".

Gad Lerner "Sbagliato revocare la cittadinanza a Ousseynou Sy"
Intervistato da Santoro, Gad Lerner parla di Ius Soli e di diritto di cittadinanza

Il caso del dirottamento e sequestro dell’autobus da parte di Ousseynou Sy, risoltosi positivamente grazie a Rami Shehata e ad Adam El Hamami, che sono riusciti a mettersi in contatto con i Carabinieri, ha infiammato l’opinione pubblica. Insieme alla diatriba sulla possibilità di dare la cittadinanza italiana a Rami Shehata, su cui si è concentrata l’attenzione dei media, ci sono altre questioni che fanno discutere.

Una di queste è il tema del diritto di cittadinanza, che ha portato a parlare di Ius Soli. C’è poi un’altro problema, ossia la volontà di alcuni esponenti del governo di togliere la cittadinanza italiana a Ousseynou Sy. Gad Lerner, giornalista italiano di origini libanesi, si è espresso in merito, sostenendo una posizione che probabilmente susciterà la polemica dell’opinione pubblica.

“Revoca della cittadinanza? Nemmeno le leggi razziali…”

Su Rai Radio 1 Laura Boldrini aveva dichiarato che parlare di concessione di cittadinanza “sembra una roba da un sovrano che dà o toglie.

Invece parliamo di un diritto“. Intervistato da Michele Santoro, Gad Lerner sembra in linea con la posizione espressa dalla deputata LeU. “La cittadinanza non è un regalo, è un diritto” ha infatti sostenuto il giornalista. Nell’argomentare la sua affermazione, ha portato un esempio che lui stesso ha definito “impopolare“. Gad Lerner ha infatti messo in discussione la volontà espressa da alcuni esponenti politici di revocare la cittadinanza a Ousseynou Sy, responsabile del dirottamento del bus e del sequestro dei bambini.

Salvini ha un atteggiamento che oscilla fra il bullo e il paternalismo. Ma la cittadinanza non è un regalo, è un diritto. Allo stesso modo, anche se è un ragionamento più impopolare, dico che è pericoloso parlare di revoca della cittadinanza per l’autista. Verrà punito, quasi certamente, per le sua condotta criminale. Che senso ha invocare un’ulteriore punizione che consiste nella revoca della cittadinanza? È un provvedimento che non era contenuto neppure nelle leggi razziali del 1938 e la nostra Costituzione lo vieta esplicitamente” ha dichiarato Gad Lerner.

Contents.media
Ultima ora