×

Covid, come sarà il Natale? Le indiscrezioni sul nuovo dpcm

Condividi su Facebook

Natale ai tempi del Covid: tutte le ipotesi delle misure previste per il nuovo dpcm in vista delle festività.

come sarà il natale 2020

Medici e esperti sostengono che non ci siano le condizioni necessarie per un Natale all’insegna del liberi tutti. Troppo alti numeri del covid in Italia e dunque il governo è al lavoro in queste ore su un nuovo dpcm che dovrebbe essere il vigore dal 4 dicembre e che si dovrebbe protrarre almeno fino al 7 gennaio.

Ad essere confermata dovrebbe essere la divisione dei territori in zone di rischio, così come la didattica a distanza per le scuole superiori, mentre alcune modifiche dovrebbero arrivare in tema di spostamenti, coprifuoco e apertura di negozi e centri commerciali.

Come sarà il Natale 2020 col Covid

Per quanto riguarda gli spostamenti sembra che verrà data la possibilità di potersi ricongiungere con i propri familiari anche nelle zone rosse e arancioni.

Il premier Conte ha sostenuto che già con il prossimo monitoraggio dell’Iss si avrà un indice di contagio Rt più basso anche nelle zone considerate al momento ad alto rischio, con la conseguenza che i territori italiani saranno sempre più gialli e arancioni che rossi. Sull’ipotesi del ricongiungimento familiari come giustificazione allo spostamento il premier ha chiosato con un “Ci stiamo lavorando”, chiara indicazione che una possibilità concreta in tal senso esista e sia una priorità dell’esecutivo in questa fase.

Sul coprifuoco sembrano possibili delle piccole modifiche a livello nazionale, con l’orario di rientro a casa che potrebbe essere prolungato dalle 22 attuali alle 23. Deroghe poi potrebbero essere previste per la sera del 24 dicembre, quando l’orario potrebbe andare ben oltre la mezzanotte per permettere ai fedeli di andare a messa e a tutti di poter tornare a casa dopo una cena con i familiari più stretti. Proprio sulle cene e le feste Conte è stato molto chiaro e, nel corso della sua intervista a Otto e mezzo su La7 ha detto: “Consentire tutte le occasioni di socialità tipiche del periodo natalizio non è possibile”. Si dunque a piccole riunioni di famiglia purché queste rispettino tutti i parametri di sicurezza non siano troppo allargate. Tra le tante ipotesi per il nuovo dpcm potrebbe poi anche esserci la possibilità che i negozi possano rimanere aperti fino alle 22 per evitare assembramenti per i regali di Natale. Possibile anche una riapertura dei centri commerciali nei weekend.

Nuovo dpcm: le vacanze

Si è già parlato degli spostamenti e del ricongiungimento familiare. Appare evidente al momento che tra le motivazioni per muoversi da e per altre zone d’Italia non possano essere incluse le ragioni di vacanze. No dunque alle settimane bianche, con gli impianti sciistici che potrebbero addirittura rimanere chiusi. Sul tema è subito arrivata la pressione da parte dei governatori delle Regione alpine che chiedono di poter aprire in sicurezza. Conte ha riferito di un “protocollo comune europeo”, per cui sembra ormai ben delineata la strada scelta.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media