×

Pregliasco: “Riapertura discoteche? Magari per Capodanno se tutto va bene”

Secondo il virologo Fabrizio Pregliasco per la riapertura delle discoteche bisogna ancora aspettare.

Riapertura discoteche, Pregliasco: "A Capodanno se curva stabile"

Negli ultimi giorni una delle tematiche oggetto di discussione del Governo è stata la riapertura delle discoteche. Tuttavia, sembra che al momento ci sia stato ancora un rinvio per precauzione, mentre per cinema, teatri, musei, stadi e palazzetti si sta ampliando la capienza.

Tutto merito ovviamente dell’uso del Green pass. A dire la sua sulla questione della riapertura delle discoteche è stato il virologo Fabrizio Pregliasco, docente di Igiene alla Statale di Milano, intervistato dall’Adnkronos.

Pregliasco sulla riapertura delle discoteche: “Magari a Capodanno”

Stando a quanto dice il virologo, riaprire le discoteche non è un tabù, però sarà necessario aspettare ancora un pò:

“Forse tra dicembre e gennaio. Magari per Capodanno se tutto va bene, ovvero se la curva dei contagi da Covid-19 resta stabile“.

Un pensiero va ai gestori, fermi da tanto tempo:

“Comprensibilissima la difficoltà dei gestori a cui va la mia solidarietà. Ma siamo in una fase in cui dobbiamo prepararci a uno scenario invernale non piacevole, o comunque con un colpo di coda del virus, proprio perché si concentreranno tutta una serie di aspetti negativi che sono quelli dovuti a un generale abbassamento della guardia rispetto al passato, agli sbalzi termici, alla riapertura delle attività lavorative in presenza sempre più massicce e alla scuola che si vuole tenere aperta. Tutti elementi che di fatto sono un primo step importante, ma da tenere sotto controllo”.

Pregliasco sulla riapertura delle discoteche: “C’è da aspettare, il rischio è troppo altro”

Insomma, è necessario procedere per gradi, senza fretta, altrimenti si rischia di commettere errori irreparabili che potrebbero farci tornare solo indietro, anzichè fare ulteriori passi in avanti per sconfiggere definitivamente il virus.

Motivo per il quale, al pensiero di riavviare il mondo delle discoteche, la risposta è negativa. Preglisco, nel suo ragionamento, infatti, cerca di spiegare quanto alto sia il rischio in questi luoghi:

“Sono luoghi dove si concentra tutto quello che è il possibile rischio: c’è prolungata vicinanza, ci si parla addosso, si suda, si ha una maggiore frequenza di respirazione perché si balla, si scambiano i bicchieri. Insomma, l’estate scorsa ci sono state situazioni esemplari che lo hanno messo in evidenza”.

Pregliasco sulla riapertura delle discoteche: “Ora restiamo prudenti”

Tuttavia, una domanda sorge spontanea: con il Green pass non sarebbe dovuto cambiare questo scenario? Anche in questo caso, la risposta non è positiva: per le discoteche non è possibile pensare a ingressi contingentati come per cinema e teatri, almeno per ora:

“Vediamolo nel divenire. Ora rimaniamo prudenti”. 

Contents.media
Ultima ora