Previsioni meteo domenica 1 aprile 2018 | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Previsioni meteo domenica 1 aprile 2018
Cronaca

Previsioni meteo domenica 1 aprile 2018

Previsioni meteo domenica 1 aprile 2018

Domenica di Pasqua ed inizio di Aprile con nuvolosità, piogge. Nel pomeriggio migliorerà la situazione con rasserenamenti.

Previsioni meteo

Oggi domenica di Pasqua una piccola tregua anche se ci saranno presenti annuvolamenti e locali acquazzoni. Prevista anche la neve sopra ai 1200 metri di quota. La situazione migliorerà nel pomeriggio portando anche delle ampie schiarite. Vediamo ora nel particolare la situazione meteo nelle varie regioni.

Il Nord

All’inizio della mattinata ci sarà una nuvolosità residua sull’Emilia Romagna centro orientale e sul Triveneto. Deboli piovaschi sempre nelle prime ore lungo le coste del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e della Romagna. La neve è attesa sopra i 1500 metri sulle aree alpine nord orientali. La situazione migliorerà decisamente nel pomeriggio e porterà degli ampi spazi di sereno su quasi tutto il nord est. Sul rimanente settentrione il tempo sarà bello, presenza di annuvolamenti bassi verso la sera sul levante ligure e sull’Appennino dell’Emilia Romagna.

Il Centro

La situazione nelle ore mattutine vede molte nuvole compatte sulle regioni del Tirreno, sulle Marche e su quasi tutto l’Abruzzo.

Associate alle nuvole avremo le piogge deboli ed anche qualche locale rovescio. Sui rilievi dell’Appennino centrale i fenomeni avranno anche carattere nevoso sopra ai 1500 metri ma di scarsa intensità. Il miglioramento è atteso nelle ore pomeridiane e porterà una attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni e contemporaneamente degli estesi rasserenamenti. I rilievi appenninici la sera saranno interessati da nuovi annuvolamenti.

Il Sud e le Isole

Cielo molto nuvoloso si presenterà sul Molise, la Basilicata, la Campania, la Calabria ed anche l’area nord orientale della Sicilia. Temporali e rovesci associati sulle aree del Tirreno mentre la neve oltre i 1200 metri cadrà sui rilievi appenninici calabro lucani. Graduale riduzione dei fenomeni è attesa nel pomeriggio con schiarite sull’area settentrionale della Campania. Anche il resto del meridione peninsulare sarà interessato da annuvolamenti consistenti. Contestualmente deboli piogge che andranno esaurendosi nel tardo pomeriggio. Subito dopo avremo delle estese schiarite. Sul resto del territorio siciliano presenza di ampio soleggiamento ma con velature a partire dal pomeriggio.

Le velature inizieranno dalla parte più meridionale dell’isola.

Temperature, venti e mari

Le temperature minime non avranno variazioni di rilievo sulle zone pianeggianti del Piemonte occidentale e sul ponente ligure. Diminuiranno invece sul resto del territorio e sarà più marcata la diminuzione sulle regioni meridionali tirreniche. Le massime subiranno un leggero calo sui rilievi alpini di confine mentre sarà più deciso sul Cilento e le regioni ioniche. Aumenteranno sul resto del settentrione, sulla Sardegna, le rimanenti aree appenniniche centrali e sulla Toscana. Sul resto del Paese non ci saranno variazioni di rilievo. I venti risulteranno deboli al Nord e sulle regioni centrali peninsulari. Moderati sul resto delle regioni con la presenza di rinforzi sulle isole maggiori e sulle aree appenniniche meridionali. I mari la mattina fino a molto agitati il mare della Sardegna, le bocche di Bonifacio e l’area centro meridionale del Tirreno. Il moto ondoso andrà man mano attenuandosi. Il mar Ligure, il canale di Sardegna, lo stretto di Sicilia ed il resto del Tirreno da molto mossi ad agitati. Lo Ionio molto mosso mentre per quanto riguarda l’Adriatico da mosso a molto mosso il basso mentre il resto da poco mosso a mosso.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche