Roberto Saviano: "Fango su di me perché smonto il governo"
Roberto Saviano: “Fango su di me perché smonto il governo”
News

Roberto Saviano: “Fango su di me perché smonto il governo”

Roberto Saviano
Roberto Saviano

Per Saviano è importante "avere la coscienza di essere diversi". Così torna scottante la polemica contro il governo

Torna scottante la battaglia all’ultimo sangue tra il leghista Matteo Salvini e il giornalista scrittore Roberto Saviano. Ancora screzi con il governo: all’indomani del Premio Ambiente e Legalità che gli è stato conferito da Legambiente, Saviano ha voluto dire la sua sul governo. Chiari i riferimenti ai cattivi rapporti intercorrenti.

Il videomessaggio di Roberto Saviano

“In queste ore molto complesse per il nostro Paese ricevere questo premio significa ricevere un abbraccio. E in una fase dove ricevi sputi, balle, fake news, fango perché smonti la propaganda sui migranti, perché smonti la propaganda di questo governo che a costo zero può solo manomettere i diritti e trovare bersagli”. Sono queste le parole polemiche pronunciate da Saviano. In un videomessaggio ha commentato il riconoscimento speciale del Premio Ambiente e Legalità che gli è stato conferito da Legambiente. L’occasione è stata la 30esima edizione di Festambiente. Si tratta del festival nazionale dell’associazione ambientalista in programma fino al 19 agosto. L’evento si è tenuto in Maremma, a Rispescia, in provincia di Grosseto.

Un riconoscimento che gli è stato assegnato per “l’impegno costante e concreto.

Attraverso le sue opere e la sua testimonianza di scrittore, nel denunciare le mafie, la loro pericolosità per l’ambiente e la vita civile delle comunità. E per la costante difesa dei diritti dei più deboli. E’ questo il vero antidoto alle mafie, alla corruzione e alle dinamiche distruttive della democrazia”.

Prosegue il ringraziamento speciale da parte del famoso scrittore con la scorta. Ma da parte sua non mancano gli attacchi (più o meno soffusi) nei riguardi del governo giallo-verde. Impossibile non pensare al suo acerrimo nemico Salvini.

Roberto Saviano

“Beh non è da poco ricevere un premio. Non è da poco sentire che esiste ancora in qualche modo una comunità pronta ad ascoltare, diffondere, approfondire“, ha detto Saviano. Quindi ha precisato: “Ecco questa è la parola che vale la pena ripetere in un contesto importante come quello di Festambiente”. La sua prima partecipazione al festival risale a molti anni fa. “Trovai subito una continuità tra la battaglia che all’epoca facevamo in pochi e l’urgenza che questa festa dava sulla ferita dell’ambiente”, ha raccontato

Lo scrittore conclude il suo videomessaggio ribadendo quanto oggi, più che mai, sia importante “avere la coscienza di essere diversi.

E in questa diversità riuscire a ritrovare una comunità resistente. Ecco in qualche modo noi siamo sulla strada giusta se ci siamo incontrati. Ancora grazie”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche