×

Roma: Osvaldo dà un pugno a Lamela. Fuori dieci giorni

default featured image 3 1200x900 768x576

Osvaldo

Multa salata e sospensione dalla squadra per dieci giorni: questa la linea scelta dalla Roma per punire Pablo Daniel Osvaldo, reo di aver sferrato un pugno al volto di Erik Lamela nel dopo-partita della sconfitta di Udine, venerdì scorso.

Il motivo? Alla base dello scatto di nervi del nazionale azzurro un mancato assist di Lamela con Osvaldo in posizione favorevole a centro area: già dal campo Osvaldo si era lasciato andare a plateali gesti di nervosismo nei confronti del compagno, ma poi la lite deve essere degenerato, acuita magari dalla sconfitta rimediata al Friuli.

Il nuovo corso della società giallorossa vara quindi la linea dura, nonostante i due giocatori si siano già chiariti nell’allenamento di domenica mattina.

Un problema in più per Luis Enrique, già privo in attacco di Totti, Borriello e Borini: ed all’orizzonte c’è la fondamentale trasferta di Firenze. Una partita cui Osvaldo teneva particolarmente. Il giocatore non è nuovo comunque a comportamenti di questo tipo: già tre anni fa, durante l’esperienza a Bologna, colpì con un pugno in allenamento Nicola Mingazzini. Prevedibile anche una “ramanzina” di Cesare Prandelli, il cui codice etico per la maglia azzurra non ammette deroghe.

Contents.media
Ultima ora