×

Rosario Livatino è beato, il magistrato ucciso dalla mafia sarà commemorato il 29 ottobre

Il magistrato Rosario Livatino è stato proclamato beato nella cattedrale di Agrigento, nell'anniversario della visita di Giovanni Paolo II alla città.

rosario livatino

Nella giornata del 9 maggio il magistrato Rosaro Livatino è stato proclamato beato in una cerimonia solenne celebrata nella cattedrale di Agrigento. L’evento è stato officiato dal cardinale Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, in contemporanea con la collocazione del reliquiario del magistrato in una teca della cattedrale.

Reliquiario che contiene la camicia indossata da Livatino il giorno il cui fu ucciso in un agguato da esponenti della Stidda, organizzazione mafiosa siciliana.

Rosario Livatino è stato proclamato beato

Il giudice Livatino è stato proclamato beato con le seguenti parole: “Accogliendo il desiderio del cardinale Montenegro, concediamo che il venerabile servo di dio Angelo Rosario Livatino d’ora in poi sia chiamato beato e che, ogni anno, si possa celebrare la sua festa il 29 ottobre”

Alla cerimonia erano presenti numerose autorità civili e religiose del territorio, tra cui il presidente della corte d’appello di Palermo Matteo Frasca, il procuratore generale di Caltanissetta Lia Sava, il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio e il cardinale di Agrigento Francesco Montenegro.

Rosario Livatino beato, il messaggio del presidente Musumeci

Presente alla cerimonia anche il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che a margine dell’evento ha commentato il processo di beatificazione del magistrato dichiarando: Rosario Livatino è stato un modello di giustizia coniugata al dono della fede. Ha saputo conciliare la parola del Cristo e il dovere di obbedire alle leggi del diritto e la mafia per questo lo ha ucciso, perché era simbolo e testimonianza”.

La sua figura è importante perché abbiamo bisogno di modelli come lui che testimonino la grande dedizione di tanti magistrati in un momento in cui la magistratura non gode della fiducia dei cittadini”, ha invece ricordato l’ex presidente del Senato ed ex procuratore nazionale antimafia Piero Grasso: “Rappresenta i tanti magistrati che fanno in fondo il loro dovere”.

Rosario Livatino beato, la cerimonia nell’anniversario della visita di Giovanni Paolo II

La beatificazione di Livatino è avvenuta nell’anniversario della celebre visita apostolica di Giovanni Paolo II ad Agrigento nel 1993, durante la quale il pontefice lanciò duri attacchi contro gli espondnenti mafiosi invitandoli a convertirsi: “Da allora la nostra chiesa ha sentito il bisogno di conoscere meglio la figura del giovane giudice. Le testimonianze raccolte e la ricostruzione della vita del beato Livatino ci hanno spinto ad aprire la fase diocesana del processo di beatificazione.

Contents.media
Ultima ora