×

Rapporti nella fase 2: “Baci solo sulle labbra, la saliva è a rischio contagio”

Condividi su Facebook

L'amore ai tempi del Covid-19 significa passare mesi a distanza e saper ripartire più innamorati di prima: cosa cambia nei rapporti intimi?

rapporti fase 2
rapporti fase 2

Dopo due mesi di lockdown molte coppie possono tornare a vedersi nella tanto attesa fase 2: infatti, il governo ha acconsentito alla visita ai congiunti e agli affetti stabili. Se i fidanzati possono incontrarsi di nuovo, però, non significa che sarà un via libera per i rapporti: nella fase 2, infatti, è importante mantenere le distanze dagli altri, ma nel rapporto di coppia che cosa si può fare e che cosa è vietato?

Fase 2, come cambiano i rapporti?

L’amore ai tempi del coronavirus significa passare mesi a distanza a causa del lockdown e saper ripartire nella fase 2 più innamorati di prima: ma come ci si comporta nei rapporti intimi? Il direttore dell’Istituto andaluso di Sessuologia Francisco Cabello chiarisce ogni dubbio. Durante la quarantena, stando ai dati, meno coppie hanno deciso di consumare rapporti sessuali e questo è dovuto forse allo stress e all’ansia di dover trascorrere intere giornate a fianco del proprio partner senza mai poter uscire.

Nella fase 2, quindi, chi è rimasto distante dalla propria metà potrà finalmente rivedere il proprio congiunto, ma con alcune accortezze. Cabello invita a limitare i baci “alla francese”, ovvero con la lingua, ed evitare il faccia a faccia. Via libera invece ai baci stampati sulle labbra. Nella saliva, infatti, si nascondono goccioline molto pericolose per il contagio e dunque occorre anche evitare i rapporti orali.

Cabello prosegue delineando – al quotidiano La Vanguardia – un decalogo delle regole da seguire nella relazione con il partner.

Per rilassarsi nell’intimità è possibile raccontarsi fantasie erotiche, oppure darsi al sesso online o ancora all’autoerotismo: “Se siete vicini – avverte l’esperto – mantenete però la distanza“. Non è tuttavia preclusa la possibilità di avere un rapporto, ma occorre limitare i contatti con bocca e saliva.

Infine, conclude spiegando che il rapporto con una persona nuova è rischioso.”La drammatica realtà dal punto di vista sessuale è che il Covid-19 è nella saliva, quindi nelle nuove relazioni. Meglio passare quindici giorni senza fare sesso, attendere che non compaiano sintomi e quindi evitare pratiche sessuali rischiose”.

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.