×

San Prisco, vaccino al nono mese di gravidanza: la bimba muore in grembo

Una donna a San Prisco ha effettuato il vaccino contro il Covid al nono mese di gravidanza. La bambina è morta in grembo.

Vaccino Gravidanza

Una donna a San Prisco ha effettuato il vaccino contro il Covid al nono mese di gravidanza. La bambina è morta in grembo.

San Prisco, vaccino al nono mese di gravidanza: la bimba è morta in grembo

La giovane coppia di San Prisco sta affrontando un grande dolore, con la volontà di andare fino in fondo e capire cosa è accaduto realmente alla loro bambina. La gravidanza era andata bene fino alla 39esima settimana, ma poi tutto si è trasformato in un incubo. In dieci giorni tutto è cambiato e la coppia ha scoperto che la bambina era morta nel grembo materno, dopo pochi giorni dalla vaccinazione anti-Covid effettuata dalla madre.

La donna era al nono mese di gravidanza, in attesa di partorire. Il 9 ottobre è andata dal suo ginecologo e gli ha detto che 48 ore, l’11 ottobre, dopo avrebbe dovuto effettuare la seconda dose del vaccino anti-Covid Pfizer. La somministrazione era stata concordata perché la prima dose non aveva dato effetti collaterali ed è stata consigliata. Il 12 ottobre la coppia è tornata dal ginecologo per l’ultima visita prima del parto, ma il medico si è accorto che il cuoricino non batteva più.

San Prisco, vaccino al nono mese di gravidanza: il parto

La coppia ha deciso di far intervenire un’ambulanza, ma poi è rientrata in casa. Il giorno successivo si è recata presso una clinica a Maddaloni, dove era già previsto che la piccola nascesse. Il parto cesareo ha confermato la tragedia. Purtroppo la piccola era morta nel grembo materno. Il padre si è recato dai carabinieri della Compagnia di Maddaloni per sporgere una denuncia.

San Prisco, vaccino al nono mese di gravidanza: l’indagine

I militari della caserma hanno informato l’autorità giudiziaria, dando il via all’indagine, dopo aver ottenuto la cartella clinica. Sulla salma della bambina è stata effettuata l’autopsia, i cui risultati saranno disponibili tra 60 giorni. I dubbi dei genitori sono tanti. La gravidanza era andata benissimo e ora vogliono capire cosa è successo e se c’è una correlazione con la seconda dose di vaccino Covid. Una delle ipotesi è che possa essersi verificata una trombosi al cordone ombelicale, ma solo il lavoro dei periti potrà dare delle conferme.

Contents.media
Ultima ora