×

Selvaggia Lucarelli, com’ è morto il cane Godzilla: “Mi sento in colpa”

Selvaggia Lucarelli, com' è morto il cane Godzilla: il racconto della giornalista è un pugno allo stomaco.

Selvaggia Lucarelli morto cane

Qualche giorno fa, Selvaggia Lucarelli ha annunciato sui social la scomparsa del suo cane Godzilla. Per i fan era ormai diventato uno di famiglia e in molti le hanno chiesto le cause del decesso. La giornalista, a distanza di qualche giorno, ha spiegato com’è morto l’adorato amico a quattro zampe.

Selvaggia Lucarelli: com’è morto il cane?

Selvaggia Lucarelli ha raccontato ai fan com’è morto il cane Godzilla. Diversamente da quello che avevano pensato i fan, l’animale non è deceduto a causa del suo cuore malandato. Aveva una malattia, il cushing, che quasi tutti i veterinari che lo hanno visitato non hanno individuato. Soltanto una specialista, contattata dalla giornalista negli ultimi giorni di vita del cane, ha colto fin da subito la patologia.

Purtroppo, però, era troppo tardi e per Godzilla non c’era più nulla da fare. La Lucarelli ha iniziato il suo racconto fin dall’inizio, da quando un anno e mezzo fa il cane ha iniziato ad avere problemi di salute. Ha scritto:

“Godzilla è morto in un modo che non ci aspettavamo. Perché sia chiaro, sapevamo che non sarebbe diventato un vecchietto, ma pensavamo che ce l’avrebbe portato via il cuore. E invece no, ce l’ha portato via una cosa di cui non sapevamo neppure il nome”.

Il calvario del cane di Selvaggia Lucarelli

La Lucarelli ha proseguito spiegando ai fan che, quando ha visto che c’era qualcosa che non andava, ha portato Godzilla nella clinica veterinaria più costosa di Milano. Qui le dicono che il cane ha un’edema polmonare e inizia la prima somministrazione di farmaci, molti dei quali per il cuore. Godzilla “ha una grave cardiopatia ma si stabilizza“. Fino a quando, “in autunno inizia a faticare un po’ nel camminare a lungo.

Le passeggiate diventano sempre più brevi. Vabbè, è il cuore, pensiamo noi. Sta invecchiando“. Nel frattempo, il cane inizia ad ingrassare e ad essere molto più famelico del solito e a bere tanto. Non solo, “il pelo diventa più rado e ruvido“. Poi, il tracollo: da febbraio Godzilla inizia quasi a non camminare più.

Il cane di Selvaggia è morto a causa del cushing

A questo punto, il cane della Lucarelli peggiora di giorno in giorno, tanto da arrivare ad avere anche un “prolasso della terza palpebra” e uno scioglimento della cornea. Selvaggia e il compagno Lorenzo lo portano dal veterinario quasi tutti i giorni e ogni volta sembra comparire un sintomo nuovo. All’ennesima visita, però, decidono di non andare nella costosa clinina, ma da un dottore che hanno “dietro casa“. Qui, finalmente, scoprono la malattia di Godzilla. La giornalista ha scritto:

“La veterinaria vede una probabile sublussazione, ma dice che la zampa è soprattutto infiammata, e lei (la prima che se ne preoccupa davvero) pensa che la zampa infiammata sia una cosa seria. Prescrive un antibiotico. E poi, guardando la sua pancia gonfia, il pelo rado e non so che, dice: ‘Secondo me ha il cushing’. (…) Scopriamo che è un problema all’ipofisi, produce un eccesso di cortisolo. (…) Nessuno gliel’ha mai diagnosticata. Abbiamo speso migliaia di euro tra cure e veterinari e nessuno ha capito, se non quando era tardi, se non una veterinaria da cui non eravamo mai andati perché pensavamo non fosse abbastanza brava, chissà”.

Purtroppo, però, era troppo tardi e nel giro di pochi giorni Godzilla si è aggravato. Vedendolo star male, Selvaggia e Lorenzo non hanno potuto fare altro che scegliere l’eutanasia. La Lucarelli ha concluso:

“Ci ha dato qualche minuto per salutarlo. L’ho preso in braccio, l’ho tenuto stretto. Abbiamo pianto. (…) Poteva avere un po’ di tempo in più, è andata così. Non sono neppure arrabbiata. Sono solo triste. E mi sento in colpa perché non mi perdono di non essere stata capace di unire i puntini. Godzilla è arrivato nella mia vita per un senso di colpa e se ne è andato con un senso di colpa. Ho scritto tutto questo perché il cushing è insidioso e può essere confuso con i sintomi della vecchiaia, magari voi unite i puntini e regalate altro tempo al vostro cane. Scusa Godzilla”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Selvaggia Lucarelli (@selvaggialucarelli)

Contents.media
Ultima ora