Martina Franca, morto Fabiano Colucci: inaspettato suicidio
Martina Franca, morto Fabiano Colucci: inaspettato suicidio
Sport

Martina Franca, morto Fabiano Colucci: inaspettato suicidio

Fabiano Colucci, suicidio a Martina Franca
Fabiano Colucci al martina Calcio

Fabiano Colucci, classe 1999, si è tolto la vita a Martina Franca, provincia di Taranto. Il saluto commosso della fidanzata e della squadra di calcio.

Nella notte tra domenica 18 e lunedì 19 novembre Fabiano Colucci, giovane calciatore classe 1999, si è tolto la vita. I motivi della scelta estrema del ragazzo sono ancora sconosciuti. Fabiano Colucci giocava nel Martina Calcio, squadra militante nel campionato Promozione Lega Calcio della cittadina pugliese di Martina Franca, in provincia di Taranto. A dare la notizia della scomparsa del giovane la stessa società sportiva, che con un post su Facebook ha ricordato Fabiano Colucci. Commosse anche le parole della fidanzata del diciannovenne: “Ieri siamo stati insieme, e oggi non ci sei!” si legge sui social.

Martina Franca, il lutto per Fabiano Colucci

La comunità di Martina Franca si stringe attorno alla famiglia di Fabiano Colucci, scossa dalla terribile scoperta. Fabiano Colucci si è intenzionalmente tolto la vita, anche se ancora non ne è chiaro il motivo. La società sportiva Martina Calcio ha diffuso la tragica notizia con un post su Facebook. “Con profondo rammarico l’Asd Martina Calcio 1947 partecipa all’immenso dolore della famiglia nel ricordo di Fabiano Colucci.

Il nostro under classe ’99 è venuto a mancare. Non ci sono parole per dare seguito ad una notizia così sconvolgente che ha colpito tutta la società, dirigenza, squadra, settore tecnico e giovanile con grande tristezza. In segno di cordoglio la partita odierna “Audace Barletta – Martina Calcio” non verrà disputata“.

Anche la fidanzata di Fabiano Colucci ha dedicato alcune parole al ragazzo.

Fabia ma cosa mi combini?
Ieri siamo stati insieme, e oggi non ci sei!
Tu con il tuo sorriso, facevi sorridere anche me, mi facevi sempre ridere anche quando non ne avevo voglia, eri diventato così importante nella mia vita.
Eri diverso dagli altri, facevi il forte ma in fondo eri un ragazzo buono, premuroso, gentile, mi facevi sempre arrabbiare, ma ora darei qualunque cosa per riaverti qui…
Ti ricordi martedì siamo stati in giro fino a tardi insieme a parlare di cose nostre, a confidarti, a ridere è scherzare
Come faccio ora, che ogni mattina lasciavi il bar, per venire da ugo a farmi compagnia… Come faccio ad andare avanti sapendo che non entrerai più da quella porta.
Avevo finalmente trovato qualcuno che mi facesse ridere, ma ora mi fai piangere, ora sto male, perché perché perché….
Sai come sta la tua famiglia, morta…
Certo che lo sai perché da lassù stai vendendo tutto…
Vorresti ritornare indietro?
Vorresti a quest’ora stare con me e i tuoi amici seduti dietro ugo come ogni giorno?
Ora sei il mio Angelo, l’angelo più bello lassù
Ora vivi dentro di me, ci resterai per sempre, mi hai insegnato tanto cose, non le scorderò mai…
Ti amo da morire amò

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marta Lodola
Marta Lodola 438 Articoli
Classe 1994, nata e cresciuta a Milano. Laureata in Lettere, amante della storia. Giornalista d'aspirazione, educatrice e calciatrice per passione.